Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Torna in carcere il 30enne arrestato alla vigilia di Natale per tentata estorsione

Il provvedimento del gip dopo la violazione degli obblighi pevisti per i domiciliari. Un 63enne, invece, dovrà scontare nove mesi

LECCE – E’ tornato nuovamente in carcere Matteo Luperto, 30enne di Galatone arrestato alla vigilia di Natale per tentata estorsione. Il 30enne ha poi ottenuto gli arresti domiciliari, revocati dal gip del Tribunale di Lecce per il mancato rispetto degli obblighi previsti. Ieri i carabinieri della stazione di Galatone gli hanno notificato il provvedimento e lo hanno trasferito nel carcere di Borgo San Nicola.

A Porto Cesareo i carabinieri hanno arrestato Valerio Rosato Vantaggiato, 63enne, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Lecce. Predetto. Dovrà scontare nove mesi ai domiciliari (e una pena pecuniaria di 45milae euro) per ricettazione, contraffazione atti pubblici, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e riciclaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in carcere il 30enne arrestato alla vigilia di Natale per tentata estorsione

LeccePrima è in caricamento