Tornano in libertà i tre imprenditori arrestati per la produzione di calze contraffatte

Sono tornate in libertà le tre persone arrestate nel corso di una serie di verifiche ad aziende operanti nel settore del tessile da parte della guardia di finanza di Casarano e Casarano. A disporre la liberazione, all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il giudice Cinzia Vergine, che si è riservata sull’applicazione della misura interdittiva

LECCE – Sono tornate in libertà le tre persone arrestate nel corso di una serie di verifiche ad aziende operanti nel settore del tessile da parte della guardia di finanza di Casarano e Casarano. Ai domiciliari erano finiti Antonio Baldari, 61 anni, di Sannicola assistito dall’avvocato Massimiliano Petrachi; Antonio De Giovanni di Alessano, assistito dall’avvocato Massimo Vasquez e Luigi Preite di Taurisano, assistito dall’avvocato Pasquale Rocco Scorrano. I reati contestati sono contraffazione di marchi e ricettazione. A disporre la liberazione, all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il giudice Cinzia Vergine, che si è riservata sull’applicazione della misura interdittiva.

Nel corso dell’operazione sono state sequestrate due aziende (una a Taurisano e una ad Alessano) in cui si producevano calze con marchi contraffatti. Ingente il materiale sottoposto a sequestro: macchinari, etichette di due note aziende produttrici di calze, floppy disk, calze, codici a barre e prodotti per il confezionamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fermo era avvenuto in flagranza di reato, dopo che le fiamme gialle hanno sorpreso uno degli arrestati mentre scaricava dalla propria autovettura uno scatolo contenente marchi contraffatti. Migliaia le etichette false rinvenute dai finanzieri, una vera e propria centrale della contraffazione, specializzata nella produzione di calze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento