Macabro ritrovamento, mucchio d'ossa in un sacco sul litorale leccese

Alcuni passanti le hanno notate affiorare dalla sabbia. Sul posto sono andati i carabinieri. Il responso in serata: sono di cane

TORRE CHIANCA – Macabro ritrovamento questa mattina sul litorale leccese. Nella marina di Torre Chianca, attorno alle 11, alcuni passanti hanno notato affiorare dalla sabbia un grosso sacco di plastica con dentro un mucchio di ossa. Il ritrovamento è avvenuto nel tratto di spiaggia libera prima dell’inizio dei vari lidi, a ridosso della vegetazione dunale. Forse un “regalo” del mare, dopo le ultime giornate caratterizzate da vento e forti correnti. O, magari, un sotterramento nella sabbia, avvenuto tempo addietro, che alla fine gli elementi hanno svelato.

Per quanto macabra sia stata l’apparizione, si è quasi subito desunto come, con ogni probabilità, potessero trattarsi di ossa di animale, vista la conformazione. Forse, di qualche cane. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della sezione radiomobile. Gli accertamenti precisi sono stati svolti dal personale veterinario dell’Asl. E in serata è arrivato il responso: sono, effettivamente, resti di un cane. Difficile però affermare se sia stato un decesso naturale, con la carcassa poi smaltita in modo ben poco ortodosso, o se l'animale sia stato addirittura ucciso da qualcuno che poi se n'è sbarazzato usando un sacco.  

La vicenda ha comportato qualche inevitabile suggestione, visti i recenti ritrovamenti di ossa avvenuti appena due settimane addietro, sempre sulla sponda adriatica della provincia di Lecce, anche se molto più a sud, nella zona di Roca (marina di Melendugno). In quel caso, dopo il rinvenimento di un femore, ulteriori ricerche hanno condotto alla scoperta di un sacco contenente altre ossa, la cui origine al momento non è nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento