Cronaca Otranto

Torre dell’Orso e Baia dei Turchi, liberati 300 metri quadri di spiaggia: sequestri

In azione i militari della guardia costiera sulla dorsale adriatica tra le marine di Melendugno e Otranto. Pizzicati noleggiatori che occupavano l’arenile, e anche una duna, abusivamente. Sigilli a lettini, sdraio e ombrelloni. Due le denunce

OTRANTO - Prosegue anche sulla dorsale adriatica l’operazione “Spiaggia pubblica libera” con la quale i militari della guardia costiera stanno costantemente monitorando il litorale restituendo alla fruizione dei bagnati ampi spazi di arenile, occupati invece abusivamente o in maniera inappropriata.

Alle prime luci dell’alba di ieri il personale della delegazione di spiaggia di San Foca, con il coordinamento della Capitaneria di porto di Otranto, è intervenuto presso il litorale di Torre dell’Orso, in un area Sic del comune di Melendugno. Qui è stato effettuato un sequestro ai danni di un noleggiatore che aveva occupato, senza alcun titolo, un'area demaniale marittima. I sigilli hanno interessato 42 ombrelloni, 57 lettini prendisole da spiaggia, 90 paletti per fissaggio degli ombrelloni e tre sdraio pieghevoli.

Nello specifico i militari hanno verificato che nei pressi della spiaggia libera situata a nord della parte finale della nota località turistica di Torre dell’Orso, un noleggiatore di attrezzature balneari aveva abusivamente occupato circa 2.400 metri quadri di demanio marittimo. Il tutto posizionando  dei paletti porta ombrelloni e dei lettini.

Nell’ambito dello stesso controllo è stato accertato che i paletti porta ombrelloni erano stati installati anche su di un’area dunale di 350 metri quadri. Il noleggiatore è stato quindi denunciato all’autorità giudiziaria per occupazione abusiva di demanio marittimo e per aver deturpato il sistema dunale.

Un’ulteriore operazione è stata svolta dai militari dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto anche nei pressi della spiaggia in concessione situata nella zona della Baia dei Turchi. Nello specifico nei giorni scorsi è stata verificata, a carico di un concessionario, l’occupazione abusiva di circa 600 metri quadri di spiaggia libera.

Anche in questo caso erano stati posizionati ombrelloni e lettini che sottraevano al pubblico utilizzo la fascia di demanio marittimo occupata senza autorizzazione. Il concessionario è stato quindi deferito per occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo. E’ stato quindi effettuato il sequestro di 73 lettini da spiaggia e 34 ombrelloni.

Complessivamente, nell’ambito delle attività svolte, sono stati restituiti alla pubblica fruizione circa 3.350 metri quadri di spiaggia libera occupata in maniera irregolare. Dai comandi della capitaneria di porto di Gallipoli e Otranto si ribadisce che i controlli proseguiranno incessantemente durante tutta la stagione estiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre dell’Orso e Baia dei Turchi, liberati 300 metri quadri di spiaggia: sequestri

LeccePrima è in caricamento