rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Porto Cesareo / della resistenza

Rogo devasta casa vacanze, chiesta inagibilità di due appartamenti

L'incendio nel primo pomeriggio a Torre Lapillo. Alla base dovrebbe esservi stato un cortocircuito. Sul posto i vigili del fuoco di Veglie. Distrutta una stanza da letto, fiamme anche in corridoio e sala da pranzo

PORTO CESAREO – Un appartamento destinato alle vacanze estive, ma che, almeno per questa stagione, può dirsi fuori uso. Tutto a causa di un incendio divampato all’improvviso nel rovente primo pomeriggio odierno, poco prima delle 15, quando la colonnina di mercurio aveva raggiunto, all’esterno, la bellezza di 30 gradi.

Immaginarsi, allora, le temperature all’interno, dato che le fiamme, partite nella camera da letto, hanno attecchito in breve su lenzuola, materassi e arredi, arrivando a viaggiare a tale velocità da rischiare di investire anche un altro immobile, una volta trovato sbocco da una finestra.

Tutto è accaduto a Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo, in via della Resistenza, una delle stradine che hanno sbocco diretto sulla spiaggia libera. È qui che sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie, una volta che dal vicinato è partito l’allarme. In quella casa, infatti, non c’era nessuno.

1bf0a702-ab2f-4122-904e-0889846b699a-2L’appartamento nel quale sono entrati i vigili del fuoco sorge al pian terreno, sopra ve n’è un altro. E, una volta dentro per spegnere le fiamme, gli operatori si sono trovati davanti a una stanza già devastata e densa di fumo, con mobilio, un giaciglio matrimoniale e letto a castello distrutti.

Non solo. Da un lato, fuoriuscendo dalla finestra, le fiamme hanno intaccato anche il muro esterno dell’abitazione limitrofa, di un altro proprietario, e alcune suppellettili, mentre dall’altro, si sono fatte largo anche nel corridoio, raggiungendo la piccola sala da pranzo e provocando anche qui parziali danni.

Le cause di tutto sono da attribuire, con ogni probabilità, a un cortocircuito, dovuto a qualche problema di natura elettrica, anche se è da stabilirsi, con precisione, come si sia innescato.

Sta di fatto che i vigili del fuoco hanno proposto l’inagibilità sia dell’appartamento colpito in maniera diretta dalle fiamme, sia di quello che si trova al di sopra, per possibili problemi al solaio. Sul luogo del rogo, anche operatori del 118, per precauzione (ma non vi sono stati feriti o intossicati) e i carabinieri, sia della stazione di Porto Cesareo, sia della Sezione radiomobile di Campi Salentina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo devasta casa vacanze, chiesta inagibilità di due appartamenti

LeccePrima è in caricamento