Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Chili di triglie sotto misura e di provenienza ignota viaggiavano in camion

I militari della guardia costiera di Porto Cesareo hanno “pizzicato” un trasportatore con un carico di pesce senza alcuna documentazione al seguito. Nel vano del camion c’erano 40 chili di prodotto, finiti sotto sequestro. L'appostamento effettuato di notte nella zona di Torre Lapillo

TORRE LAPILLO (Porto Cesareo) – Di solito vanno per mare, ma qualche volta non disdegnano di piazzarsi in strada. Ed è proprio con posti di controllo mirati che, la notte scorsa, i militari della guardia costiera di Porto Cesareo hanno “pizzicato” un trasportatore con un carico di triglie senza alcuna documentazione al seguito. Nel vano del camion c’erano 40 chili di pesce, finiti sotto sequestro.

Sempre più spesso il prodotto ittico di dubbia provenienza finisce nel mirino delle capitanerie di porto. Diversi già i controlli nei ristoranti, dove a più riprese sono stati effettuati sequestri di pesce di cui era difficile, se non impossibile, scoprire l’origine. Ma dietro, ovviamente, c’è tutta una filiera, e questa volta s’è deciso di risalire la china.

Informazioni raccolte sul campo nei giorni scorsi hanno fatto comprendere come ci fosse un viavai del tutto particolare nella zona di Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo. Ed è qui, dunque, che i si sono fermati i guardacoste. Obiettivo: ispezionare gli autocarri in transito. In un caso, dunque, è spuntato quel carico.

Si tratta, innanzitutto, ed è bene chiarirlo, di pesce sotto le misure minime di legge. Per le triglie, queste non devono scendere sotto gli 11 centimetri. Il regolamento è stato istituito per permettere a tutte le specie di riprodursi. In seconda analisi (ma è una diretta conseguenza, in questo caso) il pesce non era tracciabile, come normativa europea impone. Conducente e amministratore della società di riferimento sono stati denunciati a piede libero. In più è scattata la sanzione amministrativa di mille e 500 euro.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chili di triglie sotto misura e di provenienza ignota viaggiavano in camion

LeccePrima è in caricamento