Cronaca

Torre Mozza: incendio devasta bosco. evacuato residence

Il vento di maestrale ha alimentato pericolosamente le fiamme nella pineta. Sul posto decine di squadre dei vigili del fuoco, da Bari è partito anche un elicottero. Nel 2003 un altro immenso rogo

Ancora sirene spiegate. Ancora il Salento in fiamme, lacerato dall'ennesimo, incendio lungo il litorale sud, a Torre Mozza, verso Ugento: un centinaio di ettari di bosco e macchia mediterranea sono stati letteralmente devastati dalle fiamme, divampate verso mezzogiorno, ora in cui è partito anche l'allarme al 115. Ma la stima dei danni è ancora ufficiosa e sebbene l'incendio sia stato domato intorno alle 17,15, alcune squadre dei vigili del fuoco sono rimaste a lungo sul posto per tenere a bada diversi focolai.

Hanno quindi lavorato per più di cinque ore i pompieri intervenuti sul posto, richiamando in servizio anche molti uomini. A tenere a bada le fiamme, il personale del distaccamento locale e squadre provenienti dal comando provinciale di Lecce, di Gallipoli, di Otranto e di Maglie, più volontari della Protezione civile e uomini e mezzi della Guardia forestale. L'incendio ha destato particolare preoccupazione, considerata l'estensione, e per questo è stato anche richiesto l'intervento di un mezzo aereo per fronteggiare l'avanzata del "mare" impetuoso di fuoco. E' stato infatti intervenire dal comando dei vigili del fuoco di Bari un elicottero modello Ab 412 della Agusta, che ha compiuto una trentina di passaggi in mare, raccogliendo l'acqua e gettandola in mezzo ai punti nevralgici dell'immenso rogo.

La situazione è stata resa ancora più difficile dal vento di maestrale che sta spirando in questi giorni sul Salento e che ha alimentato, anche se involontariamente, le lingue di fuoco. Secondo le stime dei tecnici intervenuti sul posto, l'incendio sarebbe partito dal lato Nord della pineta per poi estendersi al resto della boscaglia. Non si sa ancora se le cause siano accidentali o se vi sia alla base la mano dell'uomo. Il campeggio che sorge nelle vicinanze del di Torre Mozza non è stato interessato, ma ha invece rischiato grosso la masseria "Rottacapozza", struttura ricettiva che è stata fatta evacuare per precauzione.


Quello accaduto al polmone verde di Torre Mozza è l'ennesimo sfregio in una zona dove già nel 2003 un pauroso incendio distrusse tutta la pineta della serra nell'area interna del territorio di Ugento. Ettari di bosco ridotti in cenere da qualche gesto sconsiderato non si sa se volontario o colposo. Oggi, a distanza di tempo, la boscaglia e i pini d'aleppo di Torre Mozza sono tornati a bruciare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Mozza: incendio devasta bosco. evacuato residence

LeccePrima è in caricamento