rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Salve / Via Litoranea

Non risponde in casa: forzano la porta, era morta da almeno 48 ore

La triste scoperta in un'abitazione di Torre Pali. Sul posto vigili del fuoco, 118 e carabinieri. La donna, 57enne del Burundi, era spirata per cause naturali

TORRE PALI – Quando hanno aperto la porta, dovendo forzarla, si sono resi conto subito che per lei non c’era nulla da fare. Quella donna era ormai morta e, stando a quanto constatato dal medico del 118 arrivato sul posto, almeno da 48 ore. Le cause, del tutto naturali. Probabilmente un malore fulminante che non le ha dato tempo e modo di chiedere aiuto.

La triste scoperta è avvenuta nel primo pomeriggio di oggi in un’abitazione di Torre Pali, marina di Salve, in via Litoranea, nei pressi della Cappella di Maris Stella e Sant’Antonio. Lì abitava, da sola, una donna di 57 anni originaria del Burundi. L’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase, insieme con i sanitari del 118, si è reso necessario dato che non rispondeva a casa a chi la conoscesse che, quindi, ha temuto le potesse essere accaduto qualcosa.

E purtroppo, così era. Quando i vigili del fuoco hanno forzato la porta e sono entrati con i sanitari, si sono trovati davanti al corpo di una donna già in decomposizione. Sul posto sono intervenuti, per accertamenti, anche i carabinieri della stazione di Salve. Avvisato il pubblico ministero di turno, quest’ultimo non ha ritenuto il doversi procedere al trasporto della salma nella camera mortuaria per ulteriori accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non risponde in casa: forzano la porta, era morta da almeno 48 ore

LeccePrima è in caricamento