Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Ugento

Arriva in ospedale con mano e costole fratturati, ma è mistero sul pestaggio

Un 56enne originario di Taurisano vittima di qualche soggetto al momento sconosciuto. Refrattario a parlare davanti alle domande delle forze dell'ordine

Foto di repertorio.

TORRE SAN GIOVANNI – Misteriosa aggressione intorno alle 23 di notte a Torre San Giovanni dove, a farne le spese, è stato A.S., un uomo di 56 anni originario di Taurisano. Il pestaggio deve essere stato pesante, perché il soggetto, noto alle forze dell’ordine, ha rimediato diverse fratture. Tuttavia, al momento l’intera faccenda è avvolta da un alone di mistero, perché l’uomo sarebbe stato reticente nel fornire dettagli su quanto avvenuto.

Il 56enne, dopo essere stato ferito, è stato trasportato dolorante in ospedale. Al pronto soccorso del “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli è stato assegnato un codice arancione, quello per le urgenze. E alla fine, la prognosi è stata di venti giorni, salvo complicazioni, per le fratture rimediate alla mano destra e a un paio di costole, proprio in posizione centrale, dopo aver ricevuto qualche colpi secco, molto violento.

Nella frazione marittima di Ugento e, successivamente, in ospedale, si sono recati i carabinieri della compagnia di Casarano per provare a ricostruire i fatti e tentare di dare un volto all’aggressore (o agli aggressori). Tuttavia, per ora restano sconosciuti. Per quanto si pensi a qualche conto in sospeso da saldare fra la vittima del pestaggio e qualche altro soggetto, il 56enne non avrebbe fornito dettagli solidi, forse anche per il timore di ritorsioni.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva in ospedale con mano e costole fratturati, ma è mistero sul pestaggio

LeccePrima è in caricamento