Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Agente ferito al volto, cliente denunciato e bar chiuso quindici giorni

A Torre Squillace, durante un controllo presso un locale, visti gli assembramenti, un 54enne di Copertino ha colpito il capo pattuglia della volante di Nardò con un piede di porco. E, intanto, è scattato anche un decreto di sospensione della licenza

NARDO’ – Ci sono volute testimonianze e filmati, ma alla fine l’uomo è stato identificato e denunciato a piede libero. Sarebbe stato A.L., 54enne di Copertino, armato di un pesante piede di porco, a colpire alla testa un agente di polizia del commissariato di Nardò che, con i colleghi, la sera del 2 maggio scorso, si era recato davanti al bar e pizzeria Da Rocco di Torre Squillace, per sciogliere un evidente assembramento, in barba alle norme per le zone arancioni stabilite dal decreto per contrastare la pandemia.

Violenza e minacce a pubblico ufficiale, oltre a lesioni personali aggravate, sono i reati contestati al 54enne, uno dei tanti avventori presenti quel giorno davanti al bar che, per inciso, dovrà rimanere chiuso per quindici giorni. Il questore Andrea Valentino, infatti, ha emesso un decreto di sospensione della licenza di pubblico esercizio. E questo, sia per la gravità del fatto avvenuto, sia perché sarebbero reiterati nel tempo gli illeciti accertati nell’ambito del locale.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 19,30 di domenica, quando una volante di polizia del commissariato è stata inviata a Torre Squillace, sul litorale fra Porto Cesareo e Sant’Isidoro, per un controllo al locale, dato che erano stati segnalati musica ad alto volume e un folto assembramento di giovani.

E, in effetti, giunti sul posto, gli agenti hanno subito notato numerose autovetture posteggiate nei pressi del locale e nelle stradine adiacenti, mentre non lontano dall’ingresso, c’erano almeno una cinquantina di persone, le più senza mascherina di protezione e intente a consumare bevande alcoliche.

Sul terrazzino del locale, invece, dove gli agenti sono entrati a fatica, facendosi largo tra i giovani accalcati, sono stati visti due ragazzi nell’atto di smontare consolle e casse acustiche. Era stata allestita una postazione per dj.

piede di porco-2

Le operazioni di identificazione del titolare del bar e degli altri presenti non sono state semplici. Più di qualcuno se l’è svignata, mentre uno degli avventori si è scagliato alle spalle del capo pattuglia, ferendolo al volto con un piede di porco. Ha subito escoriazioni e contusioni, con una prognosi di dodici giorni, salvo complicazioni.

L’aggressore, ovviamente, si è poi subito allontanato, ma ieri pomeriggio, dopo aver visionato immagine, sentiti i titolari del locale e grazie anche al riconoscimento fotografico eseguito da alcuni dei giovani presenti quel giorno, si è riusciti a risalire al 54enne copertinese, che è stato così rintracciato e denunciato. Dopodiché, il questore ha emesso il decreto che è stato notificato dalla divisione polizia amministrativa e sociale e dallo stesso commissariato di Nardò.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente ferito al volto, cliente denunciato e bar chiuso quindici giorni

LeccePrima è in caricamento