Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Atterraggio di fortuna con ultraleggero a Torre Suda, pilota ne esce incolume

L'uomo, 65enne della provincia di Taranto, stava sorvolando le zone intorno a Racale, quando ha perso quota. Il velivolo s'è schiantato fra scogliera e mare, ma n'è uscito con qualche graffio. Sul posto 118, capitaneria e vigili del fuoco

TORRE SUDA – Il pilota di un ultraleggero partito dai dintorni di Lecce e che stava sorvolando la zona di Racale, prima di fare rientro alla base, ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza nei dintorni della marina di Torre Suda. Il piccolo velivolo, intorno alle 21,30, ha perso quota e il pilota, un 65enne originario dela provincia di Taranto, ha dovuto tentare un ammaraggio.

La manovra, per quanto difficile e tale da provocare un atterraggio in un punto impervio. fra una porzione di scogliera e il mare, s’è rivelata tutto sommato salvifica, perché dall’apparecchio danneggiato, l’uomo n’è uscito sostanzialmente incolume, tolto qualche graffio. Alcuni testimoni hanno assistito alla drammatica discesa, per cui i soccorsi sono stati tempestivi.

Sul posto si sono recati personale del 118, carabinieri, capitaneria di porto e vigili del fuoco, ma forse tutto si aspettavano, tranne che di trovare l’uomo sano e salvo, al punto tale da non necessitare nemmeno di un ricovero.

Al momento non sono noti i motivi del guasto. Tutto s’è comunque risolto con un forte spavento e diversi danni alle parti meccaniche, a differenza di quanto avvenuto il 24 maggio scorso, quando, non lontano dalla zona di oggi, a Gemini (Ugento), il gestore presso di un campo volo e suo figlio sono morti sul colpo nello schianto al suolo del loro velivolo Eclipse.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atterraggio di fortuna con ultraleggero a Torre Suda, pilota ne esce incolume

LeccePrima è in caricamento