rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Morciano di Leuca

Furto di 60 litri di gasolio da un escavatore, fermati in auto e arrestati

I carabinieri di Salve hanno bloccato due uomini. Nella tarda serata di ieri, a Torre Vado, sottratto il carburante dall'interno di un cantiere, dove vi sono lavori per conto di Aqp

SALVE – Avevano pensato di fare il pieno di carburante, senza pagare. Ovvero, ai due è stato contestato il furto aggravato di 60 litri di gasolio, sottratto all’interno del cantiere dov'era all'opera ditta. Nei guai sono così finiti Alessandro Peluso, 32enne di Salve, e Walter Vantaggiato, 37enne di Presicce-Acquarica. I due uomini, disoccupati, arrestati in flagranza, sono finiti ai domiciliari.

Tutto è avvenuto nella tarda serata di ieri a Torre Vado, marina di Morciano di Leuca, quando i carabinieri della stazione di Salve, durante un pattugliamento, si sono imbattuti in un’Audi A3. Considerando il periodo, una piccola marina come quella di Torre Vado, dove d’inverno vi abita meno di un centinaio di persone, è una delle classiche località nelle quali più alto è il rischio di furti. Di solito vengono prese di mira le villette estive, ma, in questa circostanza, gli occhi dovevano essersi posati su un cantiere.

FURTO 2-2-3

I militari hanno deciso di fermare l’auto, condotta da Peluso, ritenuta evidentemente sospetta, visti orario e luogo, e così, nel portabagagli, hanno trovato un bidone di metallo della capacità di 50 litri e una tanica da 10, entrambi colmi di gasolio. In breve s’è scoperto come il carburante fosse stato rubato poco prima dal serbatoio di un escavatore di proprietà della ditta Falp di Lecce, parcheggiato all'interno di un cantiere, un mezzo utilizzato per effettuare lavori per conto dell’Acquedotto pugliese. E così, sentito il pubblico ministero di turno, i due uomini sono stati dichiarati in arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di 60 litri di gasolio da un escavatore, fermati in auto e arrestati

LeccePrima è in caricamento