Tra botti, nuovi nati e avvinazzati va in archivio anche l'ultimo dell'anno

Tre bimbi sono venuti al mondo nella notte a Lecce, Galatina e Scorrano. Sono i primi salentini del 2019. Ben 94 interventi del 118, diversi casi per stati d'ebbrezza. A Leverano, ferito a un occhio un 42enne per un petardo

LECCE – Fra botti e gli auguri ai nuovi nati, più di qualche (immancabile) avvinazzato, la notte di San Silvestro nel Salento è scivolata in archivio con un carico meno preoccupante del solito di feriti. Segno, forse, che la tradizione dei botti lentamente sta scemando e che si predilige sempre più la tranquillità all’eventualità di un viaggio al pronto soccorso.

Centinaia di chiamate al 118

In fin dei conti, anche i sequestri di fuochi pirotecnici messi a segno quest’anno, fra Lecce e provincia, da carabinieri e polizia è stato piuttosto scarno. Meno merce in circolazione, meno esplosioni in giro. Anche se qualche episodio non è mancato, come quello avvenuto circa venti minuti dopo mezzanotte, nel pieno dei festeggiamenti.

A Leverano, nei pressi di un bar di via Pascoli – dove poco dopo sono andati i carabinieri della stazione locale per accertamenti -, il proprietario, 42enne, ha subito lesioni all’occhio sinistro per l’esplosione di un petardo. E’ stato trasportato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce e qui si trova ricoverato per in trauma subito.

Gli operatori del 118 sono stati molto impegnati, nel corso della nottata. Fin dalle 21 di ieri e sino alle 7 di questa mattina, hanno dovuto occuparsi di ben 94 eventi di vario genere. Fra questi, si contano una quindicina di casi di stato di ebbrezza. Inevitabile che più di qualcuno abbia alzato il gomito.

A Lecce, poi, un caso da... veterinario. La polizia locale ha rintracciato un pastore tedesco maschio in via Falcone. Non ha il microchip, ma è ben curato, quindi si decuce che abbia vissuo in qualche casa. Appariva disorientato, per l'esplosione dei fuochi. Il servizio veterinario lo ha raccolto e lo ha inviato presso uno dei canili convenzionati. Al momento non risultano segnalazioni di cani sperduti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Auguri a Daria, Gabriele e Joja

Le buone notizie, quelle che fanno ben sperare per un anno migliore, sono arrivate, però, proprio dagli ospedali, che hanno fatto registrare tre nuovi nati. Daria (4 chili e 280 grammi) ha battuto tutti: è venuta alla luce al “Vito Fazzi” di Lecce 8 minuti dopo mezzanotte. A “Santa Caterina Novella” di Galatina il primo nato si chiama, invece, Gabriele: pesa 3 chili e 570 grammi ed è venuto al mondo nato all’una e 7 minuti. Joja, di mamma equadoregna, aveva invece meno fretta. E’ nata al “Veris Delli Ponti” di Scorrano alle 3,55 del mattino e pesa 4 chili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento