Cronaca

Tra furgone e abitazione cocaina, marijuana e hashish: per lui tre anni

Ha patteggiato la condanna un 40enne di Corigliano d'Otranto arrestato a ottobre scorso dai carabinieri. L'uomo è tornato libero

LECCE – Il blitz dei carabinieri della stazione di Corigliano d’Otranto, scattò la mattina del 22 ottobre. Luigi Fuso, operaio 40enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, era finito da alcuni giorni nel mirino dei militari per una presunta attività di spaccio. La perquisitone si rivelò fruttuosa. Nascosti in un furgone di proprietà del 40enne, su sua stessa indicazione, i carabinieri recuperarono circa 160 grammi di marijuana e 60 di hashish, già suddivisi in dosi, oltre a un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Fuso aveva anche cercato di sbarazzarsi, gettandole nel lavandino, di sette dosi di cocaina (circa 4 grammi), e fu arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Per quei fatti il 40enne, assistito dall’avvocato Alberto Corvaglia, ha patteggiato una condanna a tre anni di reclusione dinanzi al giudice Alcide Maritati. Il suo legale, che ha chiesto e ottenuto la circostanza attenuante della lieve entità del fatto, ha concordato la pena con il pubblico ministero Roberta Licci. Fuso, che ha già ottenuto precedentemente i domiciliari, è tornato in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra furgone e abitazione cocaina, marijuana e hashish: per lui tre anni

LeccePrima è in caricamento