Cronaca Martano

TRA SACRO E PROFANO LA FIERA DELLA CANDELORA

Tutto pronto per l'inaugurazione ufficiale della fiera, venerdì 1 febbraio, alle 17,30, con l'intervento del sindaco, Antonio Micaglio

Il comitato Candelora Martanese organizza in largo Primo Maggio, la XII edizione dell'Expomercato 2008, con il patrocinio del Comune di Martano, dell'Unione dei Comuni della Grecia Salentina, della Provincia di Lecce e della Regione Puglia. Tutto pronto, dunque, per l'inaugurazione ufficiale della fiera, alle 17,30, con l'intervento del sindaco, Antonio Micaglio. Venerdì, 1 febbraio, nella mattinata e a partire dalle 9.30 avrà luogo la visita guidata agli stand fieristici e percorso tra "Vecchi mestieri" delle scuole di Martano, mentre alle 17, in un mix di sacro e profano, ci sarà la benedizione, accensione delle candele e la processione alla Chiesa Matrice dell'Assunta e celebrazione della S. Messa della Candelora. In contemporanea, intorno alle 17, 30 ci sarà un pubblico convegno sul tema "Le culture popolari" con la partecipazione e gli interventi di eminenti personaggi della cultura, dell'università e delle istituzioni. La fiera della Candelora offrirà, in Largo Pozzelle, tutto il suo prestigioso campionario di attrezzature e prodotti agricoli, di allevamento bestiame, di strumenti per l'artigianato e l'industria: la tradizione culturale, enogastronomica e produttiva s'incontra con quelli che sono gli aspetti religiosi della Candelora, festa che nella cultura cattolica celebra la Presentazione del Signore al Tempio secondo le prescrizioni della Legge giudaica per i primogeniti maschi, e della Purificazione di Maria, perché secondo l'usanza ebraica, dopo il parto la donna era considerata impura per un periodo di 40 giorni, quando doveva recarsi al Tempio, appunto, per la purificazione.

Questa festa nel gergo popolare è diventata "Candelora", proprio dall'atto di benedizione delle candele, simbolo di Cristo, "luce per illuminare le genti". Il programma della fiera è ricco e variegato con attrazioni musicali e spettacoli divertenti come l'esibizione il 2 febbraio delle Ciciri e Tria, il trio di casa, approdato fortunatamente a Zelig; saranno allestiti stand gastronomici, dove le tradizioni culturali s'incontreranno con quelle suggestive e gustose dei sapori locali. Non mancherà il raduno delle mascherine e degli artisti di strada, nella serata conclusiva di domenica 3 febbraio, mentre la mattinata sarà dedicata alla Zootecnica e la fieristica, con appunto la "Tradizionale fiera agricola" in Via F.lli Cervi, presso il Poliambulatorio, organizzata dal circolo amatori cavalli martanese: alle 9 si esibiranno i cavalli monta western nel "Trofeo Ricordo"; alle ore 10, sarà il turno dell'esibizione dei cavalli di lavoro; alle 14.30 toccherà alla gara di pony. La grande fiera si conferma un'importante vetrina sia per Martano che per l'intera Grecìa Salentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TRA SACRO E PROFANO LA FIERA DELLA CANDELORA

LeccePrima è in caricamento