rotate-mobile
Cronaca

Traffici di droga dall’Olanda e dal Brasile, “nuovo” verdetto d’Appello: inflitti più di 40 anni

E’ terminato ieri il processo di secondo grado per otto persone coinvolte nell’operazione “Skipper”. Verdetto confermato per due imputati. Alleggerite sei condanne

LECCE - Si è chiuso ieri il processo d’appello per otto imputati coinvolti in una delle più importanti operazioni antidroga eseguite negli ultimi anni, denominata “Skipper”, condotta dalla Squadra mobile di Lecce con la Direzione investigativa antimafia nel febbraio del 2021.

La Corte d’appello, presieduta dal giudice Nicola Lariccia, ha confermato due condanne inflitte nel processo di primo grado, discusso col rito abbreviato, il 13 dicembre del 2021, rivedendo le altre.

In particolare, il verdetto non è cambiato per: Antonio Cioffi, 72enne di Nardò, a 7 anni, più 32mila euro di multa, ed Errico Sinistro, 45enne di Lecce, a 7 anni e due mesi (in continuazione a una precedente sentenza), più 33mila euro di multa.

Sono state invece alleggerite le seguenti pene: da sei anni e otto mesi, più 30mila di multa a 4 anni, più 18mila euro di multa, per Giuseppe Amato, 67enne di Scorrano (essendo stato escluso l’aumento per la recidiva); da 7 anni, più 32mila euro di multa a 5 anni, 4 mesi e 20 giorni, più 21mila euro di multa per Mario Attianese, 46enne di Casapesenna (Caserta); da due anni e mezzo di reclusione, più 8mila euro di multa, a un anno, 7 mesi e tre giorni, più 3.800 di multa, per Francesco De Paola, 69enne di Presicce-Acquarica (essendo intervenuta la prescrizione per tutti i reati relativi alle munizioni); da sei anni, più 27mila euro di multa, a 4 anni, più 18mila euro di multa, per Roxhers Nebiu, 32enne residente a Taviano, (essendo stata esclusa la recidiva); da 10 anni e 4 mesi di reclusione a 8 anni, due mesi e 20 giorni, per Ciro Pizzo, 29enne di Napoli (essendo stata esclusa l’aggravante al reati di traffico di droga di cui rispondeva); da 4 anni, più 18mila euro di multa a 3 anni, più 14mila euro, per Andrea Rizzo, 32enne di Taviano (essendogli state concesse le attenuanti generiche).

Per altri nove imputati, il processo d’appello si chiuse lo scorso 20 marzo, quando riuscirono a concordare condanne più basse rispetto a quelle ricevute in abbreviato.

Tra questi, Pierpaolo Pizzolante, 32 anni, di Presicce-Acquarica ritenuto uomo di fiducia di Alduino Giannotta, il 60enne considerato dagli investigatori al vertice di un sodalizio dedito al traffico internazionale di cocaina, sull’asse Olanda-Brasile (nazione dove si era trasferito e dove, dopo un periodo di detenzione carceraria, vive attualmente in stato di libertà).

Nelle carte dell’inchiesta, Pizzolante era indicato tra i capi promotori del gruppo, ma l’accusa non resse nel processo di primo grado in cui fu condannato a 14 anni, poi diventati 10 (sempre in continuazione a una precedente sentenza diventata irrevocabile) in appello.

Quanto agli altri: da 12 anni e dieci mesi a 8 anni, 11 mesi e 10 giorni, per Luigi Basilicata, 54enne di Napoli; a 9 anni e 4 mesi a 6 anni e 8 mesi per Nicolò Urso, 24enne di Presicce; da 11 anni a 8 anni per Giovanni Rizzo, 54enne di Taviano; da 9 anni a 6 anni e 10 mesi per Angelo Donato Rainò, 55enne di Taviano; da 5 anni, più 24mila euro di multa a 3 anni, 4 mesi, più 18mila euro di mula, per Silvestre Attianese, 45enne di Casapesenna (Caserta); da 4 anni, più 18mila euro di multa, a 2 anni e 8 mesi, più 12 mila euro di multa, per Altin Shehaj, 43enne di Melissano; da 5 anni di reclusione, più 24mila euro di multa, a 4 anni e mezzo, più 20mila euro, per Hicham Kabouri, 47enne residente a Ruffano; da 5 anni, 4 mesi e 26mila euro di multa a 3 anni, 8 mesi, più 18mila euro di multa, per Patrick Sasha Esser, 34enne di Acquarica del Capo.

Facevano parte del collegio difensivo, gli avvocati David Alemanno, Stefano Stefanelli, Biagio Palamà, Ladislao Massari, Angelo Ninni, Pantaleo Cannoletta, Ivan Feola, Vincenzo Blandolino, Francesco Fasano, Simone Viva, Annachiara Brandolino, Alberto e Luigi Corvaglia, Ezio Garzia.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffici di droga dall’Olanda e dal Brasile, “nuovo” verdetto d’Appello: inflitti più di 40 anni

LeccePrima è in caricamento