Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Tragedia all'alba: investito dall'auto dopo l'incidente

Emanuele Carrozza, 23enne di Matino, ha perso la vita in primissima mattinata sulla Lecce-Gallipoli: sbalzato dall'abitacolo di una Peugeot, è stato schiacciato da una Berlingo. Era ancora vivo?

La Peugeot dalla quale è stato sbalzato fuori il giovane dopo l'urto

Alba macchiata di sangue, il ritorno da una serata in discoteca che si trasforma in una tragedia dai contorni ancora tutta da chiarire, un incubo ad occhi aperti per chi è sopravvissuto. Era ancora vivo, Emanuele Carrozza, 23enne di Matino, quando è stato investito da una Citroen Berlingo? Certo è che i tre occupanti di quest'auto, che si erano svegliati presto per una battuta di pesca e stavano percorrendo la statale 101 Lecce-Gallipoli, all'altezza dello svincolo per Galatone, si sono trovati improvvisamente davanti quel corpo in mezzo alla carreggiata e con ogni probabilità non sono riusciti ad evitarlo. Il giovane, sull'asfalto, c'era finito a causa di un forte impatto con il guard-rail subito dall'auto in cui viaggiava, una Peugeot 206, e nella quale c'erano altre due persone.

Uno schianto di cui non si conoscono ancora bene le cause: la dinamica è al vaglio della polizia stradale di Lecce, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli. Questi ultimi hanno dovuto lavorare per evitare che potesse svilupparsi un principio di incendio che avrebbe rischiato di provocare danni ancora superiori, dato che dal serbatoio usciva benzina. A bordo con Emanuele Carrozza c'erano Francesco Rossetto, 24enne, che era alla guida dell'auto, ed Emanuela Sabato, 32enne, anche loro di Matino. Le ambulanze del 118 insieme li hanno trasportati rispettivamente negli ospedali di Lecce Copertino e Galatina, ma non dovrebbero essere gravi. Solo qualche contusione per gli occupanti della Citroen.


Rossetto, dunque, secondo i primissimi accertamenti, ha perso il controllo del mezzo: la Peugeot ha sbandato ed è finita contro il guard-rail. Carrozza forse non indossava le cinture di sicurezza, e per questo motivo, a causa del violento impatto, s'è ritrovato improvvisamente sulla carreggiata. Era già morto, svenuto o ancora cosciente quando è sopraggiunta l'altra auto? Questo lo stabilirà nei prossimi giorni l'autopsia. Certo è che, purtroppo, la strada divora ancora una volta una giovane vita. Emanuele Carrozza era un giovane conosciuto e stimato, a Matino, dove lavorava come carpentiere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia all'alba: investito dall'auto dopo l'incidente

LeccePrima è in caricamento