Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Tragedia domestica: muore folgorato dopo la doccia

Lecce: 68enne trovato morto attaccato al condensatore. Mentre si stava lavando l'acqua s'è interrotta. Uscito bagnato per verificare l'autoclave, è scivolato. Indaga la polizia. Disposta l'autopsia

Una tragedia improvvisa e tremenda nella dinamica, un incidente domestico sulla quale sembrano esservi pochi dubbi, anche se per maggiore chiarezza è stata disposta un'autopsia. Gianni Taurino, un uomo di 68 anni di Lecce, è morto folgorato nei pressi del bagno della sua abitazione. E' stato trovato ormai privo di vita dai suoi familiari. L'ora del decesso si fa risalire intorno alle 13 di oggi. Il tragico episodio è avvenuto in contrada Cataldi, nei pressi della provinciale che dal capoluogo conduce verso la marina di Torre Chianca. Sul posto, per i primi accertamenti, si sono recati gli agenti di polizia della questura leccese. Secondo quella che apparirebbe al momento la ricostruzione più logica, l'uomo stava facendo la doccia, quando, improvvisamente, il getto d'acqua deve essersi interrotto.

Non avvedendosi del fatto che fosse ancora bagnato, Taurino sarebbe uscito dalla doccia per avvicinarsi all'autoclave e verificare il possibile guasto, e a quel punto potrebbe essere scivolato. Fatale è stato per lui il fatto di aver toccato, nella caduta, il condensatore, al quale è rimasto attaccato. La scossa elettrica ad alto voltaggio deve averlo travolto, uccidendolo in pochi istanti. Il pubblico ministero di turno, Gianni Gagliotta, ha ordinato comunque la perizia autoptica, che verrà eseguita nella mattinata di domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia domestica: muore folgorato dopo la doccia

LeccePrima è in caricamento