Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Tragedia durante una battuta di pesca, muore un noto ortopedico

L'incidente è avvenuto nel pomeriggio nelle acque di Casalabate. La vittima, un 55enne originario di Brindisi, era uno dei sub più esperti della zona

Immagine di repertorio.

LECCE – Tragedia questo pomeriggio nelle acque di Casalabate, dove un sub di 55 anni ha perso la vita durante una battuta di pesca. La vittima, Fabio Lodispoto, ortopedico di fama (con studi a Brindisi, sua città natale, alla Villa Bianca di Lecce e a Roma), era uno tra i sub più esperti della zona, appassionato di pesca in apnea. Inutile, seppur tempestivo, l’intervento dei soccorritori, allertati da un amico che, come spesso accadeva, stava condividendo con lui l’uscita in mare.

I due sono partiti nel primo pomeriggio dal porticciolo turistico di Marina di Brindisi, da cui hanno raggiunto le acque di Casalabate. Un’immersione come tante, in una vita vissuta a contatto con il mare, passione coltivata da tanti anni, condivisa con quella per il podismo. Oggi, però, qualcosa non è andato per il verso giusto. Il suo compagno di battuta è risalito ma non lo ha trovato, e ha provato inutilmente a cercarlo. Allora ha raggiunto il gommone con cui erano usciti e ha chiamato i soccorsi. Poi si è immerso più volte alla ricerca di Fabio, inutilmente. Il corpo del sub è stato recuperato nelle acque di zona Canuta, al confine tra le province di Brindisi e Lecce: per lui non c’era più nulla da fare.

Una tragedia che ha scosso un’intera comunità, dove in tanti apprezzavano lo stimato professionista e gli appassionati di pesca, increduli per la morte di un loro amico così esperto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia durante una battuta di pesca, muore un noto ortopedico

LeccePrima è in caricamento