Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Tragedia in mare, turista muore annegato nelle acque di Porto Cesareo

L'uomo, dopo essersi tuffato in mare, è stato improvvisamente risucchiato dalle onde e dal mare che si è improvvisamente ingrossato

Il luogo della tragedia (Foto di Antonio Quarta)

LECCE – Si è trasformata in tragedia la vacanza di un uomo di 56 anni, Roberto Battan, originario di Trento, annegato nel pomeriggio nelle acque che lambiscono la spiaggia de “Le Dune”, a Porto Cesareo. Il dramma si è consumato verso le 18. L’uomo, dopo essersi tuffato in mare, è stato improvvisamente risucchiato dalle onde e dal mare che si è ingrossato a cusa di un repentino peggioramento del tempo, causato forse da una perturbazione formatasi a largo, che ha provocato il cosiddetto fenomeno della risacca.

Ad accorgersi della tragedia è stata la moglie del 56enne che, a un certo punto, non è più riuscita a scorgerlo. La turista ha subito lanciato l'allarme. Le disperate urla d'aiuto hanno allertato le altre persone presenti sulla spiaggia, che hanno chiamato i soccorsi. Secondo alcune testimonianze il 56enne si sarebbe lanciato in acqua, nonostante le condizioni avverse, alla ricerca della figlia. 

Immediatamente sono scattate le ricerche in mare, sul posto sono giunti le motovedette e gli acquascooter della capitaneria di porto di Gallipoli. Il corpo senza vista del turista è stato avvisato poco dopo le 20 a circa 350 metri dalla riva. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, per lui, purtroppo, non c'era più nulla da fare e il medico non ha potuto fare altro che costatare il decesso. La coppia aveva araggiunto il Salento per alcuni giorni di vacanza e alloggiava a Pescoluse.

Sul posto, per raccogliere le deposizioni dei presenti e della consorte della vittima e svolgere tutti gli accertamenti del caso, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Porto Cesareo. Della tragica morte è stato informato anche il magistrato di turno, il sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Paola Guglielmi.

Si è dunque concluso tragicamente un pomeriggio in cui le condizioni del mare, capace di mutare in pochi minuti, hanno crato non pochi problemi ai tanti bagnanti che si sono riversati lungo le spiaggie dello Ionio. Già nel promeriggio, infatti, due amici sono stati tratti in salvo con un gommone dopo essersi trovati in difficoltà, così come tanti altri bagnanti. Più sfortunato, invece, il turista di Trento, sopraffatto dalle onde prima di essere raggiunto dai soccorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in mare, turista muore annegato nelle acque di Porto Cesareo

LeccePrima è in caricamento