Tragedia nel pomeriggio ad Otranto. Una donna si lancia dalle mura del castello

Una donna di circa 50 anni è precipitata dalla cinta muraria del castello all’altezza della Torre Matta ed è morta sul colpo. L’allarme lanciato dal sindaco Cariddi che ha assistito alla scena. Si propende per il gesto volontario. Sul posto carabinieri, 118 e polizia locale

OTRANTO – Un tranquillo e assolato pomeriggio estivo ad Otranto è stato scosso da una tragedia, accaduta poche ore fa, nei pressi del fossato del castello. Una donna dell’apparente età di 50anni che si trovava sulla cinta muraria del maniero, nei pressi della Torre Matta, è precipitata al suolo, nella zona sottostante del castello, a poca distanza dall’area interessata da alcuni lavori di ammodernamento. Stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto la donna, dopo aver proferito qualche parola, si sarebbe lasciata cadere nel vuoto adagiandosi rovinosamente sul terreno. Il fatto si è verificato intorno alle 16,30. 

Prende sempre più corpo infatti l’ipotesi di un gesto volontario, stando anche alle prime testimonianze raccolte dai carabinieri della stazione di Otranto e della compagnia di Maglie. Dopo un volo di oltre dieci metri e l’impatto la donna, di origini straniere, ma residente ad Otranto (mentre inizialmente si era pensato ad una turista di nazionalità rumena o francese), è morta sul colpo. Troppo violento l’impatto con il suolo che non le ha lasciato, purtroppo, scampo. Ad accorgesi per primo che qualcosa di strano e pericoloso stava per accadere proprio dall’alto del castello è stato il primo cittadino di Otranto, Pierpaolo Cariddi, che in quel frangente si stava recando in direzione del maniero in compagnia di alcuni amici. Vedendo sporgersi la donna in maniera incauta dalle mura, e sentendola farfugliare qualche parola incomprensibile, il sindaco ha cercato di dare voce e allertare la malcapitata invitandola ad indietreggiare. Un tentativo purtroppo vano, visto che subito dopo la donna si è gettata, a braccia aperte, nel vuoto.                         

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ stato lo stesso primo cittadino, e quanti si trovavo nelle vicinanze, a lanciare l’allarme chiamando il servizio di emergenza del 118 e la polizia locale. Sul posto sono giunti subito anche i carabinieri  della stazione locale che dista poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente. L’intervento tempestivo dei sanitari del 118, che hanno effettuato le rituali operazioni di rianimazione, non ha potuto avere alcun effetto. Gli operatori non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna.      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento