Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Tragica estate, la strada miete la sua ennesima vittima

A perdere la vita, questa mattina, sulla Surbo-Torre Rinalda, Pietro Fasano, 68enne di Surbo. I medici del 118 hanno tentato invano di rianimarlo con il defibrillatore. Sul posto la polizia municipale

Impatto fatale sulla Surbo-Torre Rinalda, non lontano dall'oasi naturale Parco di Rauccio. L'ennesimo di un'estate tragica, in cui si stanno consumando fin troppi drammi. E a nulla sembrano valere gli appelli alla prudenza che si susseguono in queste ore. A perdere la vita, questa mattina poco dopo le 9, Pietro Fasano, 68enne di Surbo. I medici del 118, primi ad arrivare sul luogo dell'incidente, hanno tentato disperatamente di rianimarlo, ma non vi è stata la risposta attesa al defribillatore. Fasano è spirato poco dopo i soccorsi, il suo corpo, ormai senza vita, è stato trasportato presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce.


Per i rilevamenti sul sinistro sono stati chiamati gli agenti della polizia municipale di Lecce, che stanno valutando attentamente la dinamica. Secondo quanto accertato al momento, Fasano si trovava alla guida di un veicolo Honda Crw e stava procedendo sulla via principale da Surbo, diretto verso il mare, quando all'improvviso s'è verificato l'impatto con una Golf guidata da un altro conducente, e che aveva un segnale di stop. La municipale sta cercando di stabilire se la Golf aveva già impegnato l'incrocio quando s'è verificato lo scontro, o se non ha rispettato del tutto l'indicazione. Sta di fatto che l'impatto s'è rivelato fatale per Fasano. La sua auto, dopo lo scontro nei pressi della fiancata destra, ha urtato contro una pietra ai bordi della carreggiata, che ha fatto da perno, catapultandola in avanti sulla e facendole compiere una vorticosa rotazione di 90 gradi, dalla quale l'uomo non ne purtroppo uscito vivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragica estate, la strada miete la sua ennesima vittima

LeccePrima è in caricamento