Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Tragedia in spiaggia, l'autopsia conferma: Giulia morta per congestione

E' stata con ogni probabilità una congestione a spezzare la giovane vita di Giulia Colucci, la ragazza 16enne, originaria di Surbo, deceduta sabato pomeriggio nella marina leccese di Torre Chianca. A stabilirlo l'autopsia

 

LECCE – E’ stata con ogni probabilità una congestione a spezzare la giovane vita di Giulia Colucci, la ragazza di appena 16 anni, originaria di Surbo, deceduta sabato pomeriggio nella marina leccese di Torre Chianca. L’autopsia, infatti, eseguita dal medico legale Roberto Vaglio, ha escluso che si sia trattato di un annegamento. Per avere un quadro più preciso delle cause del decesso, però, bisognerà attendere gli esiti degli esami.

In quel tragico e afoso pomeriggio estivo la 16enne si trovava nello stabilimento “Lido Cambusa”.  Nel primo pomeriggio la giovane vittima aveva deciso di rinfrescarsi con un bagno. Tornata a riva, alcuni istanti dopo, sorretta da alcune persone che l'avrebbero notata in preda a difficoltà, la 16enne avrebbe cominciato a vomitare davanti ai bagnanti, che allarmati hanno subito chiamato i soccorsi. Tra i presenti, anche un medico che, con i colleghi del 118, sopraggiunti con un'ambulanza pochi minuti dopo, ha tentato in tutti i modi di rianimare la ragazza, le cui condizioni sono apparse da subito gravi. La corsa presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce si è rivelata inutile: per Giulia non c'era più nulla da fare.

A rendere ancora più triste questa ennesima tragedia di un’estate segnata dai lutti, il fatto che alcuni anni addietro, la stessa sorte ea già toccata al padre, deceduto in circostanze simili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in spiaggia, l'autopsia conferma: Giulia morta per congestione

LeccePrima è in caricamento