rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca Surbo

Trasforma la sua abitazione in una centrale dello spaccio al minuto di cocaina

I carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Lecce, alle prime ore di oggi, hanno tratto in arresto Nicola Vitale, 53enne di Surbo, già noto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ogni singolo involucro era distinto per peso, velocizzando così la cessione

SURBO – I carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Lecce, alle prime ore di oggi, hanno tratto in arresto Nicola Vitale, 53enne di Surbo, già noto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’uomo è stato trovato in possesso di venticinque dosi di cocaina, droga racchiusa in involucri di cellophane, ma anche di un bilancino di precisione, sostanza da taglio. In più c'era tutto l’occorrente per il impacchettare ogni singolo involucro da cedere al dettaglio.

L’aspetto peculiare è che gli ovuli, stando a quanto verificato dai carabinieri, contenenti circa 15 grammi di cocaina, erano distinti per peso a seconda del colore del nastro adesivo utilizzato per sigillarli. Questo, evidentemente, per velocizzare lo scambio con i clienti che di volta in volta, anche di notte, si presentavano alla porta di casa sua.

VITALE NICOLA-2Era, infatti, proprio nel suo appartamento che Vitale accoglieva gli acquirenti, nel tentativo di avere maggiore discrezione. Ma il viavai continuo non è evidentemente rimasto inosservato.

Il “piano di lavorazione” era collocato in cucina, e, per nascondere parte della droga, Vitale sembra che utilizzasse anche un vano condominiale. All’uomo sono stati sequestrati anche 190 euro in contanti, al momento ritenuti provento di attività di spaccio avvenuta in precedenza. Vitale è stato ristretto in carcere, come disposto dall’autorità giudiziaria. La droga sequestrata sarà oggetto di specifiche analisi di laboratorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasforma la sua abitazione in una centrale dello spaccio al minuto di cocaina

LeccePrima è in caricamento