rotate-mobile
Domenica, 24 Settembre 2023
Sentenza del Tar

Trasporti nella rete sanitaria, legittimo l’affidamento a Sanitaservice

I giudici amministrativi, respingendo il ricorso della società Tundo che dal 2014 operava in regime di proroga, hanno confermato la correttezza dell'operazione voluta da Asl per internalizzare il servizio

LECCE – A due anni del deposito del ricorso, si è chiuso il contenzioso che opponeva la Tundo Vincenzo Spa ad Asl Lecce. La società, infatti, contestava all’azienda sanitaria l’affidamento a Sanitaservice, società in house, del servizio di trasporto e accompagnamento nella rete dei servizi sanitari (costo 4,5 milioni di euro più Iva).

La parte ricorrente – che dal 2014 al 2021 ha gestito in proroga il servizio dopo la scadenza dell’appalto – ha chiesto ai giudici amministrativi l’annullamento di tutti gli atti relativi all’affidamento rilevando sostanzialmente la violazione dei principi comunitari in tema di internalizzazioni e ritenendo incongrua l’analisi dei costi che era stata posta alla base dell’affidamento. Non solo: si affermava l’nsufficienza, in seno a Sanitaservice, delle competenze e delle risorse umane necessarie per svolgere le prestazioni richieste.

Per approfondire gli ultimi due aspetti la Terza Sezione all’inizio del 2022 ha disposto una verifica, in contraddittorio, affidata al presidente dell’Ordine dei commercialisti o a un suo delegato.  Tra richieste di proroga e depositi di memorie, il procedimento è giunto fino alla pubblica udienza del 3 maggio, quando la causa è stata trattenuta in decisione prima della pubblicazione della sentenza.

Secondo i giudici – presidente Enrico D’Arpe, estensore Anna Abbate – il ricorso è infondato nel merito: non è stata aggirata la normativa che impone una motivazione rafforzata che spieghi bene il ricorso alla società in house e non al mercato. Un altro aspetto messo in rilievo è che si intende rispettato anche il criterio della convenienza economica dell’internalizzazione e della sostenibilità economica dei servizi affidati, nonostante l’esperto incaricato della verifica avesse risposto ad alcuni dei quesiti che i giudici gli avevano posto confermando le obiezioni della società ricorrente.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti nella rete sanitaria, legittimo l’affidamento a Sanitaservice

LeccePrima è in caricamento