Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Travolse una donna con l'auto dopo la lite in strada: patteggia tre anni

La condanna nei confronti di Alessandro Corrado Piccione, 40enne neretino. La vittima, Antonella Bisanti, 47enne, rimase gravemente ferita dopo l'impatto con una Toyota Corolla. All'imputato è stata riconosciuta l'attenuante delle provocazione per via di una presunta aggressione dei parenti

LECCE – Si è chiusa con un patteggiamento la vicenda giudiziaria relativa all'investimento in cui rimase gravemente ferita la titolare di un bar, Antonella Bisanti, 47enne di Nardò, travolta da un’auto il pomeriggio del primo novembre 2012. Per quell’episodio Alessandro Corrado Piccione, 40enne neretino, ha infatti patteggiato una condanna a tre anni id reclusione.

La sentenza è stata pronunciata dal gip Annalisa De Benedictis, mentre l’accusa era rappresentata dal sostituto procuratore Stefania Mininni, che aveva riqualificato il reato da tentato omicidio a lesioni gravi.

L’uomo, assistito dall’avvocato Ezio Maria Tarantino, al culmine della lite con la donna, per questioni riguardanti l'affitto, pigiò sull’acceleratore della sua auto, una Toyota Corolla, travolgendola, per poi allontanarsi in tutta fretta. L’investimento avvenne nel pieno del pomeriggio festivo, intorno alle 16,30. Teatro di quel pomeriggio di pura follia, via Don Gregorio Gaballo, alla periferia della città.

PICCIONE Alessandro-2-2-2Lì il 40enne avrebbe litigato con alcuni parenti della vittima (che avrebbero aggredito l’imputato, cui è stata riconosciuta l’attenuante della provocazione) e poi con la stessa Bisanti. La donna, dopo esser stata travolta, fu subito soccorsa e trasportata d’urgenza all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce con un’ambulanza del 118, dove giunse in condizioni critiche. La 47enne rimase riportò gravi lesioni.

L’avviso della conclusione delle indagini preliminari era stato notificato anche al figlio della vittima, Nico Tarantino, assistito dall’avvocato Giampiero Geusa. L’accusa ipotizzata nei suoi confronti è di danneggiamento. Il ragazzo, nel corso della discussione poi degenerata, avrebbe preso a calci l’auto di Piccione. La sua vicenda, però segue un iter diverso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse una donna con l'auto dopo la lite in strada: patteggia tre anni

LeccePrima è in caricamento