Travolti da un camion sulla A14: muore salentina

L'incidente presso Imola. Laura Calogiuri, 49 anni, di Lizzanello, che viaggiva a bordo di una Laguna insieme al marito, è deceduta dopo i soccorsi. Stava raggiungendo il padre ricoverato a Padova

1-2
Una tragedia che ha del paradossale: si scopre che non ha una malattia, dopo i primi accertamenti diagnostici che sembravano presagire un male incurabile, salgono in auto nel Veneto per riportarlo a casa, ma durante il viaggio capitano fra le spire di un camion: lei, la figlia dell'uomo ricoverato, morirà poco dopo in un ospedale di Bologna. Miracolato, invece, il marito della donna, che era alla guida dell'auto e che ne è uscito quasi illeso, ma che oggi piange una perdita a dir poco assurda.

La vittima di un terribile incidente avvenuto intorno alle 2 di notte di ieri in autostrada è Laura Calogiuri, 49 anni di Lizzanello. Viaggiava verso Padova, dove si trova ricoverato il padre, insieme al marito, Luigi Rollo, 50 anni, originario di Cavallino. I due erano partiti alla volta dell'ospedale veneto a bordo della loro Renault Laguna nel primo pomeriggio di ieri. L'anziano era stato accudito fin da giorno prima dal fratello della signora Calogiuri, rientrato in treno. In un primo momento, a Lecce, all'anziano genitore della donna era stato diagnosticata una forma tumorale. Ma nella nuova sede del ricovero si è accertato che altro non si trattava, se non di un versamento nei polmoni abbastanza facilmente drenabile. Nulla di grave, insomma. L'uomo avrebbe potuto fare rientro nel Salento.

Ma il destino ha deciso diversamente per sua figlia: intorno alle 2 della scorsa notte il viaggio della coppia è tragicamente terminato tra Imola e Bologna, sulla A14, all'altezza di Castel San Pietro Terme. Un camion ha travolto la Renault Laguna subito dopo l'uscita dell'auto da una stazione di servizio lungo l'autostrada. Violentissimo l'impatto. Il mezzo con a bordo la coppia salentina si è prima ribaltato e poi è andato a finire la sua corsa in fondo ad un burrone.

Inutile il tentativo di soccorre la donna da parte dei sanitari del "118". Laura Calogiuri, con un'abilitazione all'insegnamento, anche se titolare di un supermercato a Lizzanello, è apparsa fin dal primo momento in condizioni gravissime. Trasportata a bordo di un'ambulanza a sirene spiegate presso l'ospedale Sant'Orsola di Bologna, è deceduta poco dopo il suo arrivo. Il marito è invece rimasto ferito lievemente ed è tutt'ora in cura presso il nosocomio bolognese. Dovrebbe essere dimesso fra un paio di giorni. La coppia era nota a tutti a Lizzanello come gente per bene e dedita al lavoro. Da un paio d'anni aveva preso in gestione il Bar Piccadilly a San Foca. La donna lascia un figlio di 21 anni, Davide.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento