rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Leverano

Travolto da una vettura mentre era in sella alla bici: 17enne muore in ospedale. Arrestato automobilista

Dopo l’incidente avvenuto ieri sera a Leverano, il conducente del mezzo non si è fermato a prestare soccorso. Sul posto i carabinieri hanno trovato la targa perduta nello scontro. L’uomo ha confessato in caserma. Il ragazzino è deceduto nel pomeriggio

LEVERANO - Si è concluso con la morte in ospedale di un giovane ciclista e con un arresto in regime di domiciliari per un 47enne il tragico bilancio dell’incidente stradale avvenuto nella tarda serata di ieri, intorno alle 23, a Leverano, sulla provinciale 17.

La vittima, Tiziano Dell'Anna, diciassettenne del posto, era in sella alla sua bicicletta e stava rientrando a casa percorrendo viale della Libertà, quando per ragioni in fase di accertamento, si è scontrata con un’autovettura che, anziché fermarsi per prestare soccorso, ha proceduto la corsa, facendo perdere le proprie tracce. Non a lungo, però, perché sul posto i carabinieri della stazione di Leverano e della compagnia di Campi Salentina avrebbero rinvenuto la targa perduta durante lo scontro, riuscendo a risalire alla sua identità.

Individuato così il proprietario del mezzo, Emanuele Orlando Cino, 47anni di San Pietro in Lama. Quest'ultimo, in mattinata, si è presentato spontaneamente nella caserma dei carabinieri, accompagnato dal suo legale di fiducia, e ha ammesso le sue responsabilità riguardo al grave episodio. Informato dell’accaduto, il magistrato di turno presso la Procura di Lecce ha disposto nei suoi riguardi la misura cautelare degli arresti domiciliari.

IMG-20211212-WA0021-2

Quanto al giovane ciclista, putrtoppo per lui dopo la corsa in ospedale e la sua lotta per restare aggrappato alla vita, non c'è stato nulla da fare. Nell’impatto, è caduto rovinosamente al suolo, riportando fratture in diverse parti del corpo e un  trauma cranico. Ferite che purtroppo si sono poi rivelate fatali.  

A sirene spiegate è stato accompagnato a bordo di un’ambulanza del 118 al “Vito Fazzi” di Lecce, dove è giunto in codice rosso e in condizioni gravissime. Ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione è spirato nel primo pomeriggio nonostante tutti i tentativi dei medici di salvargli la vita.

Come detto, il posto è stato raggiunto immediatamente dai militari dell’Arma che hanno svolto i rilievi finalizzati a chiarire le cause del sinistro, durante i quali è stata recuperata la targa, risultata fondamentale a rintracciare il responsabile, ora in arresto. Per lui, inzialmente indagato per lesioni colpose gravi ed omissione di soccorso, potrebbe scattare ora l'imputazione per omicidio stradale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da una vettura mentre era in sella alla bici: 17enne muore in ospedale. Arrestato automobilista

LeccePrima è in caricamento