Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Tre assalti alle banche, via con oltre 12mila euro...

Primo colpo alla Bnl di Galatina, in via Matteotti. L'autore, fuggito a bordo di una Clio. Altro assalto al Banco di Napoli di Lecce, in viale Leopardi. Con bottino grosso. Terzo fatto: Bpp di Aradeo

1-377

LECCE - Ancora una volta, malviventi scatenati, con tre colpi messi a segno. In tutti i casi, sono state prese di mira delle banche. La prima rapina, questa mattina intorno alle 10,30, alla Bnl di Galatina, in via Matteotti, traversa della centrale via Roma. Un individuo armato di taglierino e con il volto coperto da passamontagna, si è introdotto nella succursale dell'istituto di credito riuscendo a eludere il metal-detector.

Una volta dentro, noncurante della clientela che in quel momento si trovava nella sede della banca, si è diretto alla cassa e sotto la minaccia del taglierino si è fatto consegnare dall'impiegato le banconote. Arraffato il bottino, poco più di mille euro, il malvivente è fuggito a bordo di una Renault Clio facendo perdere le tracce. Sul caso indaga la polizia del commissariato di polizia locale.

Alle 13,30, invece, il secondo colpo. Che ha fruttato davvero molto: non meno di 11mila euro. Presa di mira, ancora una volta, la filiale del Banco di Napoli di viale Leopardi a Lecce. A ridosso dell'orario di chiusura, due banditi sono entrati in azione facendo irruzione nell'istituto di credito. Entrambi avevano il volto travisato: uno impugnava una pistola (forse giocattolo), mentre l'altro il taglierino. Così hanno terrorizzato impiegati e clienti, riuscendo ad impossessarsi del denaro contenuto nei cassetti. Arraffato il bottino, si sono poi dati alla fuga salendo a bordo di una Fiat Uno di colore verde (risultata rubata e ritrovata abbandonata nelle campagne di Cutrofiano), alla cui guida probabilmente li stava attendendo un complice.

Sul posto sono poi arrivati gli agenti della sezione volanti della questura di Lecce che, insieme ai colleghi della squadra mobile, hanno raccolto le testimonianze dei presenti. Gli investigatori sono al lavoro per capire a quanto ammonta il denaro rapinato. L'ultima rapina ai danni del Banco di Napoli risale allo scorso 11 gennaio. In quell'occasione due banditi, coperti con casco integrale ed armati di taglierino, riuscirono a portare via 2mila euro. Niente a che vedere con il bottino odierno.


Il terzo colpo è il più singolare di tutti. In mattinata un uomo, a volto scoperto, è entrato come un normale cliente all'interno della Banca popolare pugliese di Aradeo, in via Sannicola. S'è seduto, normalmente, come se volesse attendere il proprio turno. Poi, approfittando di un momento di distrazione, s'è avvicinato ad una cassa, ha infilato la mano ed estratto una mazzetta di banconote. Uscendo via tranquillo e disperdendosi a piedi per le strade. Tecnicamente, senza armi e minacce, un furto e non una rapina. Il bottino è da quantificare. Indagano i carabinieri della stazione di Galatina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre assalti alle banche, via con oltre 12mila euro...

LeccePrima è in caricamento