Cronaca Piazza Mazzini Giuseppe

“Shopping” gratis in tre negozi di Lecce: denunciate studentesse Erasmus

Nei guai per furto un gruppo di ragazze spagnole: hanno sottratto abbigliamento dagli esercizi del centro. Deferita anche una 34enne nel pomeriggio per lo stesso motivo

Una volante nei pressi dei magazzini (Foto di archivio)

LECCE – Lo “shopping” di tre ragazze si è concluso con una denuncia a testa. Nella serata di ieri, intorno alle 20,55, gli agenti del Reparto prevenzione crimine di Lecce hanno raggiunto il negozio “Coin” di Piazza Mazzini, dove era stata segnalata la presenza di tre ragazze intente a rubare capi di abbigliamento. Una dipendente, mentre si trovava vicino all’uscita, ha notato le tre ragazze nei pressi delle barriere con fare sospetto. Qui, alla domanda se avessero avuto problemi, una di loro ha risposto di aver  perso il cellulare, rovistando nella borsa personale, cosa alla quale la dipendente della Coin non ha creduto in quanto il cellulare era tra le mani di una delle altre due ragazze. E, soprattutto, dalla borsa fuoriusciva un telo in tessuto bianco con tanto di motivi floreali.

A questo punto le tre amiche sono state invitate a raggiungere gli uffici amministrativi al fine di poter verificarne l’effettivo acquisto ed è stato richiesto l’intervento della polizia che ha identificato le tre ragazze: delle studentesse spagnole di 21 anni. A seguito della perquisizione, le ragazze sono state trovate in possesso di un pantalone,  un bikini, una camicia e due top. Tutti capi rubati ai magazzini Zara. E non è tutto. All’interno delle borse anche un pantalone, un telo, e quattro paia di orecchini sottratti invece dagli scaffali di Coin.

Sempre sulle tre studentesse trovati costume da mare e accessori per la spiaggia, asportati al negozio Oysho. Al termine degli accertamenti le tre ragazze sono state denunciate in stato di libertà per furto continuato in concorso. Poche ore prima, intorno alle 18,30, una volante era già intervenuta presso i magazzini Coin dove era stata fermata una cittadina rumena di 34 anni,  che si era impossessata di una bottiglia di profumo del valore di 65 euro. Dopo averla sfilata dalla relativa confezione dotata di sistema antitaccheggio e presa da un espositore. Una volta riposto il profumo nella sua borsa, la donna si è diretta in fretta verso l’uscita ma è stata fermata da una delle impiegate dei magazzini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Shopping” gratis in tre negozi di Lecce: denunciate studentesse Erasmus

LeccePrima è in caricamento