Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Napoletano si difende: "Ero nel locale, ma non ho tentato l'estorsione"

Il 27enne nato a San Pietro Vernotico, ma residente a Squinzano, è accusato di tentata estorsione aggravata nei confronti di Cesare Dell'Anna, noto musicista surbino, la notte di Halloween nel Livello 11/8. Nei guai anche quest'ultimo per favoreggiamento personale

Il Livello 11/8 (da Facebook).

LECCE – Ha respinto ogni accusa, nel corso dell’interrogatorio di garanzia dinanzi al gip Giovanni Gallo, Roberto Napoletano, 27enne nato a San Pietro Vernotico,  ma residente a Squinzano, accusato di tentata estorsione aggravata nei confronti di Cesare Dell’Anna, noto musicista surbino.

L’uomo, secondo l’accusa, nella notte di Halloween si sarebbe presentato armato al "Livello 11/8" di Trepuzzi, per farsi consegnare i contanti da Dell'Anna. Napoletano, assistito dall’avvocato Antonio Savoia, ha spiegato di aver partecipato alla serata musicale, ma di non aver commesso alcun illecito.

napolitano roberto[1]-2-2-2A complicare la vicenda, si sarebbe aggiunto l’atteggiamento dello stesso artista. Quest’ultimo, infatti, stando ai riscontri a disposizione degli investigatori, invece di collaborare con le forze dell’ordine e denunciare l’accaduto, avrebbe taciuto.  Non soltanto negando di aver ricevuto minacce e richieste di denaro. Ma avrebbe fornito una versione distorta dei fatti.

Anche Dell’Anna, quindi, è finito nei guai, e per lui è scattata la denuncia in stato di libertà per favoreggiamento personale. Non ha denunciato, ed è stato denunciato.

Ad eseguire l’ordinanza di carcerazione i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, guidati dal maggiore Nicola Fasciano. I militari hanno accompagnato,nella serata di ieri Napoletano presso il carcere di Lecce, mettendo in atto la misura disposta dal gip Giovanni Gallo, su richiesta del pm Giuseppe Capoccia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoletano si difende: "Ero nel locale, ma non ho tentato l'estorsione"

LeccePrima è in caricamento