Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Scoperto nel Salento carico di droga per 4 milioni di euro

Le indagini portate avanti dalla guardia di finanza di Como, che ha chiesto il supporto dei colleghi di Lecce. Fermati due albanesi e un montenegrino. Scovati 800 chili di marijuana destinati a Centro e Nord Italia

CASALABATE – L’indagine nasce su input della Procura a Como e raggiunge la provincia di Lecce. Ed è l’attestazione di traffici sempre molto intensi di grosse partite di stupefacenti via mare e con destinazioni varie. Spesso, il nord Italia, proprio come in questo caso. L’area fra Lecce e Brindisi, dunque, e per la precisione Casalabate, più che altro un punto d’approdo e d’appoggio, in attesa del trasferimento.

Su quella droga, però, ben 800 chilogrammi di marijuana, sono arrivati prima loro, i militari del Gruppo della guardia di finanza di Como. E’ un’inchiesta tutta coordinata in Lombardia. Nel Salento, le “fiamme gialle” lariane, hanno chiesto il supporto dei colleghi del Nucleo di polizia tributaria e del Gruppo di Lecce, per la conoscenza del territorio che gli ha permesso di portare a termine il grosso sequestro. E di ammanettare i corrieri: due albanesi e un montenegrino.

La vicenda risale ai giorni scorsi, ma i dettagli sono stati rivelati solo oggi con un comunicato stampa che arriva direttamente dal comando provinciale di Como della guardia di finanza.

Insieme allo stupefacente, i militari hanno scovato una pistola con matricola abrasa clandestina e munizioni. I tre – di cui non sono state rese le generalità – sono accusati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi clandestine.

L’operazione, illustrano i finanzieri comaschi, è il risultato di un’intensa attività info-investigativa che ha permesso di pedinare e intercettare in Puglia un autoveicolo. A bordo c’erano i due albanesi. Un primo carico di stupefacente di 150 chilogrammi è stato così posto sotto sequestro. Ma non è finita lì.

Le investigazioni successive, infatti, hanno consentito alle “fiamme gialle” di scoprire il deposito principale della droga. Era in un casolare isolato nel Leccese, in particolare verso la marina di Casalabate, al cui interno sono stati rinvenuti gli 650 chilogrammi di droga, oltre alle armi e due caricatori con quindici colpi.

La droga, secondo i finanzieri, era destinata a un vasto mercato fra Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Marche, Toscana e Abruzzo. Si è stimato che avrebbe fruttato guadagni superiori ai 4 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto nel Salento carico di droga per 4 milioni di euro

LeccePrima è in caricamento