Cronaca

Tricase, COPPOLA: "NOI I SOGNI LI REALIZZIAMO"

L'ex sindaco di Tricase, candidato del Pd, ricorda i suoi meriti amministrativi e rilancia sui propri avversari: "I miopi dicono di non vedere, perché rifiutano di guardare"

Antonio Coppola, ingegnere candidato sindaco del Partito Democratico a Tricase, continua la propria rincorsa elettorale, all'insegna della continuità con l'esperienza amministrativa maturata in sette anni di governo cittadino. Nei giorni scorsi, Coppola aveva diffuso un libro con i punti salienti del proprio programma, al grido di "Non aver paura, Tricase". L'ex sindaco ora, invece, guarda al passato e sfodera la carta dei "successi amministrativi". E rivolgendosi ai propri avversari politici, elenca tutti gli interventi che non possono non essere apprezzati: dalle nuove piazze al recupero delle altre, dalla nascita di nuove strutture, alle opportunità sorte in quella fase amministrativa, dalla collaborazione con l'Università del Salento, ai miglioramenti tecnologici cittadini (il centro Capsda, la banda larga-internet senza fili, la messa in rete delle Biblioteche); dai numerosi eventi culturali realizzati alla progettualità finalizzata ad attingere finanziamenti comunitari, nazionali, regionali e privati.

Coppola attribuisce per sé lo sviluppo del territorio e la vivibilità cittadina col piano per la riqualificazione della zona 167, con l'accordo di programma per il Parco Lama, con l'acquisto della Acait. L'ex sindaco parla dei servizi alla persona e della riduzione del disagio sociale, delle potenzialità del Parco, della raccolta delle acque reflue riutilizzate ad uso irriguo, dell'impegno a favorire la produzione di energia con fonti rinnovabili, del rispetto generale per l'ambiente.

Coppola ricorda inoltre l'efficace collaborazione con i comuni dell'area ionico salentina (Pis 14, Unione Thàlassa), alla ricerca di ipotesi di sviluppo oltre ogni logica campanilistica. E polemicamente aggiunge: "I miopi dicono di non vedere, forse perché rifiutano di guardare".

Si chiede, dunque, Coppola: "C'è altro da fare? Certo, c'è molto altro da fare. Per questo vogliamo mobilitare ancora le nostre migliori energie. Abbiamo un progetto complessivo di città: non semplici approcci ai singoli problemi ma una visione organica". Ed invita i tricasini a permettere di continuare quanto iniziato, perché "Sapremo dare valore ai vostri sogni, perché noi ci crediamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tricase, COPPOLA: "NOI I SOGNI LI REALIZZIAMO"

LeccePrima è in caricamento