Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Triplice fischio. Giacchetta nera? No fiamme gialle...

Ortelle: usava nel bar un decoder con un contratto domestico, consentendo la visione al pubblico. Ma fra primo e secondo tempo di Milan-Juve nel locale è piombata la finanza. L'uomo è stato denunciato

Fine dei giochi e tutti a casa, anche se doveva ancora cominciare il secondo tempo. Il prematuro triplice fischio non è stato però della "giacchetta nera", ma delle "fiamme gialle" di Tricase. Milan-Juventus, l'attesissima sfida che smuove i cuori di tifosi di mezzo mondo, aveva attirato sabato sera in un locale del centro di Ortelle, come in tanti altri posti del Salento, un nutrito gruppo di "calciofili" appassionati e veri e propri tifosi dei diavoli rossoneri e delle zebre bianconere. Che però hanno dovuto accontentarsi di seguire il secondo tempo dalle radioline, come ai vecchi tempi di "scusa Ameri, scusa Ameri", quando all'improvviso, nel bar è piombata la guardia di finanza.


Ad attirare i militari non tanto la sfida di cartello della giornata, quanto quel decoder con abbonamento a Sky che consentiva la visione al pubblico. Secondo le accuse il titolare del locale, un 31enne, aveva un contratto per uso domestico con la pay-per-view, ma utilizzava il collegamento per scopi commerciali, per i quali è previsto, come risaputo, un profilo di abbonamento specifico e più costoso. Non poca la tensione nel locale, mista alla comprensibile delusione dei tifosi, che però alla fine hanno dovuto arrendersi e lasciare la sala. Il decoder è finito sotto sequestro ed il proprietario del bar è stato denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triplice fischio. Giacchetta nera? No fiamme gialle...

LeccePrima è in caricamento