Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Tritano infissi rubati: venduti con tanto di fattura

Due operai di Nardò denunciati a piede libero dai carabinieri per ricettazione in concorso. Hanno rivenduto ad un'azienda di rottami della zona industriale merce trafugata. Danni per 30 mila euro

cumulo_ferro

Hanno sperato di intascare un bel po' di soldi, vendendo infissi esterni prelevati da una casa che di certo non era la loro. Porte e finestre, per circa 530 chili di peso. E l'azienda alla quale si erano rivolti, "Rottami demolizioni industriali" della zona industriale di Nardò, ignara di tutto aveva sganciato la grana. Con tanto di regolare fattura. Due giovani operai di Nardò, T.L e D.G., rispettivamente 24enne e 23enne, fino a oggi incensurati e ora con una pesante denuncia per di ricettazione in concorso da digerire, sono stati scoperti dai carabinieri della stazione locale, dopo un'indagine scaturita dalla denuncia dei veri proprietari di quei serramenti, prelevati da un'abitazione di località "Torsano".

La denuncia di furto risale al 16 gennaio. Cioè appena scoperto il fatto e quando la fattura era già stata emessa, visto che risaliva al giorno precedente. Il materiale rubato è stato riconosciuto dai depredati. Anche se ormai gli infissi non sono recuperabili, visto che sono stati fatti a pezzettini. Per farne, appunto, rottami. Non indifferente il danno: ammonta a circa 30mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tritano infissi rubati: venduti con tanto di fattura

LeccePrima è in caricamento