Cronaca

Tromba d'aria rovescia furgone e barche. Allarme per velivolo, ma verifiche ok

La furia del vento, associata alla classica "bomba d'acqua", ha spazzato la città rivierasca e zone limitrofe. Motovedette ed elicottero dopo una segnalazione

Il mezzo commerciale rovesciato.

PORTO CESAREO – Dopo un primo insistente fenomeno temporalesco notturno, una tromba d’aria è stata il colpo di coda che si è abbattuto su Porto Cesareo e in generale sull'area ionico-settentrionale.

La furia del vento ha causato il ribaltamento di un furgone commerciale in sosta per la vendita della frutta, di alcune barche, di strutture amovibili di locali pubblici, mentre la classica “bomba d’acqua” ha inondato la vie della città rivierasca, chiamando in causa in più circostanze i vigili del fuoco. Il maltempo non ha risparmiato il capoluogo che, in tarda mattinata, è stato colpito da una grandinata. 

Il video dalla darsena

Sono stati momenti concitati, che hanno rischiato di trasformarsi in drammatici quando una segnalazione è stata inoltrata alla capitaneria di porto di Gallipoli: in essa si  parlava di un ultraleggero in difficoltà proprio su Porto Cesareo.

Immediatamente sono state attivate le ricerche coordinate dalla sala operativa del comando della capitaneria di porto di Gallipoli: le motovedette della guardia costiera e l’elicottero dei vigili del fuoco non hanno per fortuna trovato nulla che possa far pensare ad un incidente.

Sono state contattate inoltre tutte le avio superfici: l’unico velivolo compatibile con la segnalazione è quello decollato da Taranto e atterrato a Melpignano alle 10.40 sorvolando prima Porto Cesareo ad un’altezza di 150 metri. È molto probabile dunque che si sia trattato di un falso allarme, magari ingenerato dalla tromba d’aria che si è abbattuta proprio nei momenti successivi alla segnalazione. Le ricerche, comunque, sono ancora in corso per scongiurare qualsiasi nefasto scenario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tromba d'aria rovescia furgone e barche. Allarme per velivolo, ma verifiche ok

LeccePrima è in caricamento