Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Trova portafogli con 235 euro e telefona alla polizia

Un 62enne di Lequile ha rinvenuto sul marciapiedi di via Pozzuolo un portamonete contenente documenti e denaro di uno studente-lavoratore di Brindisi. La prima cosa che fa è telefonare alla polizia

Sono cose che ormai accadono sempre più raramente, ma quando succedono viene da riflettere e pensare per un attimo come ci saremmo comportati se protagonisti del ritrovamento fossimo stati noi. Certo, la somma in denaro che era custodita in un portafogli trovato per strada a qualcuno non avrebbe cambiato certo la vita, ma a qualcun altro avrebbe sicuramente fatto tirare un sospiro di sollievo. Eccome. Che fare, allora? Riconsegnare denaro e documenti al legittimo proprietario, oppure raccogliere tutto da terra e proseguire fino casa? Mentre si riflette, la cronaca ha già fugato il dubbio. Almeno quello avuto, forse, per un momento da un 62enne di Lequile, che ieri pomeriggio ha rinvenuto sul marciapiedi di via Pozzuolo un portamonete contenente 235 euro in banconote, la carta di identità e la patente di un brindisino di 25 anni. L'uomo, animato da un encomiabile senso civico, ha contattato il 113, richiedendo l'intervento sul posto di una volante. Quando il 62enne si è trovato di fronte i poliziotti ha consegnato loro il portafogli: "Questa non è roba mia, ho trovato tutto per terra".


Gli agenti hanno poi rintracciato proprietario del portamonete, uno studente-lavoratore. Inutile dire quanta gioia e profonda gratitudine ha dimostrato il giovane nei confronti dell'uomo, spiegando che tale gesto lo aveva "salvato" da gravissimi disagi, in quanto quella somma, faticosamente messa da parte, era destinata al pagamento dell'affitto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova portafogli con 235 euro e telefona alla polizia

LeccePrima è in caricamento