menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Trovano scarpe contraffatte: "Non sono nostre ma dell'inquilino fuori città"

Curiosa vicenda a San Cesario, in via Lecce. La polizia è intervenuta per sedare una lite ed ha scoperto una trentina di paia di Hogan, Nike, Adidas. C'erano in quel momento tre senegalesi che ne hanno negato il possesso. Indicando in un altro loro connazionale il reale proprietario

SAN CESARIO DI LECCE – Entrano in casa per sedare un litigio e scoprono le scarpe contraffatte. Il sequestro, però, finisce per essere (per il momento) a carico di ignoti perché tutti si affannano a dire: “Non è roba nostra,  ma dell’inquilino fuori per lavoro”.

Curiosa la vicenda che arriva da San Cesario di Lecce. Lì, nel pomeriggio di ieri, si sono recati gli agenti delle volanti di polizia per sedare una lite. L’abitazione si trova proprio lungo la via per Lecce e alcuni vicini hanno chiamato preoccupati il 113 quando hanno udito urla furibonde, con le voci che si sovrapponevano: erano quelle di un uomo e di una donna.

Una volta sul posto, i poliziotti hanno calmato gli animi, registrando anche la presenza di tre persone all’interno, tutte senegalesi. Una era una coppia, quella che aveva dato vita – per l’appunto - al bisticcio. L’altra, una giovane che si trovava in quel momento in una stanza da letto dell’abitazione, per contro proprio. Stava dormendo. Ed è qui da qui che è spuntata la merce.

Facendo un giro in casa, i poliziotti hanno notato alcune buste di plastica con dentro diverse scarpe di marche quali Nike, Adidas, Hogan e altre. In tutto trentatré paia.

Intuendo subito che potessero essere le classiche calzature con marchio contraffatto, i poliziotti hanno chiesto ragioni ai presenti, i quali, però, hanno precisato che non era roba loro, ma di un connazionale che abita in quell’abitazione e che in quel momento era fuori città per impegni di lavoro.

In quella stanza gli agenti hanno trovato anche i documenti d’identità dell’uomo indicato, un senegalese 34enne, e nella stanza in cui stava dormendo la ragazza, soltanto abiti maschili. Evidente, quindi, che fosse un'ospite. Ragion per cui al momento sono stati tutti identificati, ma nessuno denunciato formalmente. Le scarpe, però, sono finite sotto sequestro.          

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento