Cronaca Porto Cesareo

Trovata una rete da pesca in una zona di riserva integrale, scatta il sequestro

La scoperta delle Guardie Ecologiche Volontarie Endas e delle Guardie Zoofile Agriambiente presso la baia di località Frascone, nell’area marina protetta di Porto Cesareo e di Nardò

PORTO CESAREO/NARDO’ - Una rete da pesca è stata trovata presso la baia di località Frascone, che ricade nell’area marina protetta di Porto Cesareo e di Nardò, una zona di riserva integrale (di fatto, il cuore della riserva stessa) in cui è vietata qualunque tipo di attività ad eccezione della ricerca scientifica.

A fare la scoperta sono state le Guardie Ecologiche Volontarie Endas e le Guardie Zoofile Agriambiente, soggetti convenzionati con il Comune di Nardò per i servizi di vigilanza ecologica, ambientale e zoofila, che hanno allertato la Capitaneria di Porto di Gallipoli. Non è stato possibile rintracciare i proprietari della rete (a maglie con galleggianti) che è stata sequestrata dagli uomini dell’ufficio locale marittimo di Porto Cesareo, giunti sul posto.

Il calo di presenze in quest’area dovuto alla fine della stagione estiva diventa occasione ghiotta  per chi voglia svolgere attività non autorizzate. Per questo, Gev e Guardie Zoofile fanno sapere in una nota che terranno alta l’attenzione per contrastare ogni azione potenzialmente dannosa per i preziosi equilibri delle aree più prossime al mare e in generale su tutto il territorio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata una rete da pesca in una zona di riserva integrale, scatta il sequestro

LeccePrima è in caricamento