rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Casarano

Trovato con mezzo chilo di coca negli slip, l’arrestato: "Non lo farò mai più"

Nelle prossime ore, la gip Panzera deciderà se concedere i domiciliari ad Antonio De Vergilio, l’operaio 24enne di Casarano che due giorni fa è finito in carcere per detenzione ai fini di spaccio

CASARANO - Si è svolto questa mattina l’interrogatorio di Antonio De Vergilio, l’operaio 24enne di Casarano che due giorni fa è finito nel carcere di “Borgo San Nicola” per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare di mezzo chilo di cocaina custodito in una busta nascosta negli slip.

Dinanzi alla giudice per le indagini preliminari Simona Panzera, l’arrestato ha chiesto scusa, dichiarando di averlo fatto per fare qualche soldo, senza tenere conto dei rischi che correva. In considerazione del suo stato di incensuratezza, del pentimento e del fatto che l’indagato abbia un lavoro, l’avvocato difensore Antonio Venneri ha chiesto l’attenuazione della misura cautelare. La gip scioglierà la riserva nelle prossime ore.

Era stato lo stesso giovane a consegnare lo stupefacente ai carabinieri che lo avevano fermato, durante un controllo stradale, intorno alle 20, nei pressi della rotatoria di via Solferino, all’entrata di Casarano. Alla vista del posto di blocco, De Vergilio, alla guida di una Volkswagen Golf nera, aveva tentato di cambiare strada, ma la manovra non era sfuggita ai militari che, insospettiti, l’avevano bloccato.

La sostanza stupefacente era stata così sequestrata insieme con il telefonino, il cui contenuto ora è al vaglio degli investigatori, e su disposizione del magistrato di turno, il pubblico ministero Massimiliano Carducci, il 24enne, manette ai polsi, era stato accompagnato nel penitenziario di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con mezzo chilo di coca negli slip, l’arrestato: "Non lo farò mai più"

LeccePrima è in caricamento