rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Melissano

Trovato con quasi mezzo chilo di droga: patteggia 3 anni e 14mila euro di multa

Emessa la sentenza nei riguardi del 31enne di Melissano finito in carcere lo scorso marzo, dopo un controllo dei carabinieri. E’ tra i 40 imputati dell’inchiesta denominata “La Svolta 2.0”

MELISSANO – Finito in carcere lo scorso marzo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Maicol Andrea Manni, 31 anni Melissano, da qualche giorno ha ottenuto i domiciliari e ieri ha patteggiato tre anni di reclusione e 14mila euro di multa. La sentenza è stata emessa dal giudice Antonio Gatto, su sollecitazione della difesa, rappresentata dagli avvocati Stefano Prontera e Luca Laterza.

Dopo il suo arresto, durante l’interrogatorio di convalida, l’uomo negò fosse di sua proprietà il borsone con la droga di cui, secondo i carabinieri, lo stesso si sarebbe disfatto, lasciandolo in un giardino, poco prima di essere perquisito. 

Nello specifico, al termine dei controlli, i militari sequestrarono: 250 grammi di cocaina, un panetto di 100 grammi di hashish, una busta con 100 grammi di marijuana, e la somma di 2.140 euro in contanti, ritenuta provento dell'attività illecita. La sua versione non convinse il gip Angelo Zizzari che, al termine dell'interrogatorio, convalidò l'arresto in carcere.

La partita più importante con la giustizia Manni se la giocherà il prossimo 17 ottobre. E’ tra i 40  imputati che rischiano il processo nell’ambito dell’inchiesta denominata “La svolta 2.0”, poiché fu il capitolo successivo di quella omonima nata per fare luce sull’omicidio di Francesco Fasano, il 22enne di Melissano freddato con un colpo di pistola alla tempia, il 25 luglio del 2018, e per il quale sono stati già confermati due ergastoli in Cassazione.

Anche nella “Svolta 2.0”, l’uomo risponde di spaccio, ma è indicato anche come un componente del gruppo (qui, i dettagli) che, tra il 18 e il 19 luglio del 2018, tentò di ammazzare, a colpi di fucile, i compaesani Pietro Bevilacqua, di 35 anni, e Fasano, il quale, scampato all’agguato, trovò comunque la morte cinque giorni dopo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato con quasi mezzo chilo di droga: patteggia 3 anni e 14mila euro di multa

LeccePrima è in caricamento