Trovato con un ordigno da 950 grammi nello zaino, tenta fuga sui tetti

Denunciato a Scorrano un 24enne. Quando ha visto i carabinieri alla porta di casa, ha tentato di disfarsi di tutto e scappare

SCORRANO – Natale e Capodanno sono in arrivo e, con le festività, ritornano anche i botti. In alcuni casi, vere e proprie bombe che possono creare danni ingenti e ferire gravemente chi li fabbrica o malcapitati che vengano a trovarsi nelle vicinanze dello scoppio. Ma, a parte che manca comunque oltre un mese, il pericoloso ordigno artigianale sequestrato la scorsa notte era di dimensioni e contenuto davvero notevoli. Il che fa supporre che le festività c'entrino poco o nulla.

Il sequestro è stato effettuato dai carabinieri della stazione di Scorrano. Nei guai è finito M.S., giovane del posto di 24 anni. E’ stato denunciato a piede libero per detenzione illegale di materiale esplodente. I carabinieri, nel corso di un servizio più ampio, hanno svolto una perquisizione mirata in casa del giovane. L’ordigno era in uno zaino. Quando ha visto i militari alla porta, il 24enne ha tentato di disfarsi di tutto, per poi darsi alla fuga attraverso il terrazzo dell’abitazione. Ma è stato subito bloccato.

L’ordigno di fattura artigianale era di dimensioni tali da poter provocare veramente qualche serio rischio. Alto 18 centimetri e per un diametro di 10, una volta recuperato è stato consegnato agli artificieri  del Nucleo investigativo per i rilievi tecnici. E i militari hanno stabilito che era stato realizzato pressando ben 950 grammi di miscela pirotecnica ad alto potenziale esplosivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se si considera che comunemente una bomba carta di particolare potenza non supera i 300 grammi, si può immaginare quali tipo di danni avrebbe potuto provocare un simile oggetto eplosivo su un'autovettura, una porta o un solaio. Ecco perché è da capire quale fosse il reale scopo per cui era stato fabbricato. Di sicuro, ora sotto sequestro, la bomba è in attesa di essere distrutta, come disposto dall’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento