Cronaca

Trovato in possesso di fucile e scopa elettrica rubati, patteggia e torna libero

Dopo il patteggiamento a tredici mesi, è tornato in libertà il 20enne di Taviano accusato di ricettazione

LECCE – Dopo il patteggiamento, la libertà. Concluso il proprio iter giudiziario patteggiando una condanna a tredici mesi (pena sospesa) Daniel Gaetani, 20enne di Taviano, assistito dagli avvocati Stefano Stefanelli e Biagio Palamà, è tornato libero dopo alcuni mesi trascorsi agli arresti domiciliari.

I guai erano iniziati ad aprile scorso, quando il 20enne era stato trovato in possesso di un fucile e una scopa elettrica. Un’accoppiata davvero singolare, che gli era costata l’accusa di ricettazione e detenzione illegale di arma da fuoco. La refurtiva era stata trovata nel corso dei controlli disposti dai carabinieri delle stazioni dipendenti dalla compagnia di Casarano. Le indagini a tutto campo su più fronti, condussero così a una perquisizione nell’abitazione in cui vive il giovane. E al termine del “rastrellamento”, i militari recuperarono diversa refurtiva. In primis, un fucile da caccia calibro 12, che era stato rubato in casa di un privato a gennaio, sempre a Taviano.

Poi, i militari notarono una particolare scopa elettrica “Folletto”, molto simile a quella che solo due giorni prima era stata rubata da un’abitazione di Torre Suda, marina di Racale. Le verifiche confermarono che si trattava dell’elettrodomestico per il quale era stata sporta denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato in possesso di fucile e scopa elettrica rubati, patteggia e torna libero

LeccePrima è in caricamento