rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Trovato morto per strada a 16 anni, il medico legale: “Ucciso da un mix di metadone e psicofarmaci”

Chiarita la causa del decesso. Il corpo senza vita fu rinvenuto lo scorso 8 novembre, accanto alla sua bicicletta, in via Duca d’Aosta, a Lecce

LECCE - Un mix di massicce quantità di metadone e psicofarmaci: è stato questo a determinare la morte del 16enne trovato senza vita per strada a Lecce, lo scorso 8 novembre, nel giorno del suo compleanno.

A stabilirlo sono stati gli accertamenti del medico legale Ermenigildo Colosimo, disposti dalla sostituta procuratrice Maria Vallefuoco nell’ambito dell’inchiesta finalizzata a fare chiarezza sul decesso del giovane, il cui corpo fu rinvenuto accanto alla sua bicicletta in via Duca d’Aosta, a Lecce.

Dagli esami sarebbero state riscontrate anche piccolissime tracce di alcol, ma non è stato possibile rilevare la quantità effettiva eventualmente ingerita dal giovane quella sera, poiché l’esame autoptico fu eseguito una settimana dopo il decesso.

Certo è che già una prima visita esterna aveva consentito agli inquirenti di escludere alcune possibilità. Insomma, non emersero segni di colluttazione, né ferite sul corpo o danneggiamenti sulla bicicletta che potessero far pensare a un’aggressione o a un investimento da parte di un “pirata” della strada o a una caduta.

Il quadro è diventato chiaro grazie agli esami istologici e tossicologici, svolti in seguito all’autopsia con la quale era stato possibile stabilire solo che il ragazzo era spirato per uno scompenso cardiaco.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto per strada a 16 anni, il medico legale: “Ucciso da un mix di metadone e psicofarmaci”

LeccePrima è in caricamento