Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Pesca vietata nello Ionio: trovati cinque esemplari di pesce spada abbandonati

Nonostante il divieto di pesca fino al prossimo 30 novembre, ignoti hanno prelevato dalle acque di Porto Cesareo gli esemplari, per poi lasciarli sulla banchina

Il pesce sequestrato dai militari

PORTO CESAREO – Cinque esemplari di pesce spada trovati dai militari della guardia costiera e dai carabinieri. E’ accaduto all’alba, a Porto Cesareo, nei pressi della banchina del porticciolo. I pesci, per un peso totale di circa 20 chilogrammi, sono stati rinvenuti dai militari: qualcuno, forse notando da lontano le forze dell’ordine, li ha abbandonati sul posto.

Il pesce spada, il cui divieto di cattura scadrà  il prossimo 30 novembre,  è infatti  oggetto di alcune specifiche normative di carattere comunitario per  tutelare la specie messa a serio rischio dall’ingente sforzo di catture a cui è stata sottoposta negli ultimi anni. Durante la mattinata, inoltre, gli uomini dell’Ufficio locale marittimo hanno anche elevato una sanzione amministrativa nei confronti  di un conducente di un peschereccio, con a bordo  prodotti ittici, ma  privo della prevista autorizzazione sanitaria.

Giorni addietro, sempre sullo Ionio, era stata invece la volta di un tonno. In quell'occasione, infatti, i militari hanno trovato un esemplare di circa 50 chilogrammi, sulla barca che rientrava nel porto di Torre San Giovanni, la marina di Ugento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca vietata nello Ionio: trovati cinque esemplari di pesce spada abbandonati

LeccePrima è in caricamento