menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricercato da dicembre, era nascosto in casa di un uomo: acciuffato dai carabinieri

Nei suoi confronti un ordine di esecuzione della pena, di quasi 14 anni, spiccato a dicembre: in manette il 44enne Loris Casarano, detto "Obodo"

TAVIANO – Condannato nel luglio del 2016 nel processo relativo all’operazione Eclissi, il 44enne Loris Casarano, si era reso latitante dal 12 dicembre scorso, data di emissione dell’ordine di esecuzione della pena.

Ieri sera, a distanza di poco più di un mese, è stato scovato dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Casarano a Taviano nella casa di un uomo che è stato denunciato per favoreggiamento. I militari dell’Arma lo hanno acciuffato dopo un’attività di indagine, il cui ultimo atto è stato una perquisizione domiciliare presso la casa dove si era nascosto: è stata trovata anche una pistola a salve (priva del tappo rosso).

CASARANO Loris-3Originario di Gallipoli, ma residente a Taviano, l'uomo, conosciuto anche come "Obodo", deve ora scontare una pena di 13 anni e 11 mesi per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e detenzione a fini di spaccio, detenzione abusiva di armi e ricettazione. A suo carico anche una multa di 5mila 400 euro. Era già finito in manette nel dicembre del 2012 quando i carabinieri delle stazioni di Taviano e Collepasso gli trovarono in casa aveva una Beretta calibro 7.65, due caricatori e 32 munizioni). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento