rotate-mobile
Cronaca

Truffa all'Inps per 250mila euro, denunciato l'amministratore di una società

L'uomo, a capo di un'azienda agricola attiva a Lecce e Surbo e risultato percettore di 700 euro come reddito di cittadinanza, avrebbe costituito rapporti di lavoro fittizi: deferiti anche 63 falsi braccianti

LECCE – È accusato di aver denunciato fittiziamente 63 rapporti di lavoro l’amministratore unico di una azienda agricola, attiva tra Lecce e Surbo.

I carabinieri del comando provinciale di Lecce, i loro colleghi del nucleo ispettorato del lavoro e gli ispettori dell’Inps, nell'ambito delle operazioni di contrasto alle truffe ai danni dello Stato, hanno ricostruito una frode ai danni dell’istituto previdenziale per circa 250mila euro. L’uomo, che è risultato anche titolare di una indennità di 700 euro come reddito di cittadinanza, è stato deferito all'autorità giudiziaria insieme ai 63 falsi braccianti.

Le indagini, iniziate alla fine del 2019, hanno consentito di verificare come i terreni associati ai presunti lavoratori non fossero nella disponibilità della società, tutt'altro: i proprietari degli stessi erano del tutto ignari del fatto che l’azienda denunciasse quei fondi per le pratiche relative ai rapporti di lavoro fittizi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa all'Inps per 250mila euro, denunciato l'amministratore di una società

LeccePrima è in caricamento