Cronaca

Il ticket per la sosta era falso: condannato, multato e obbligato a risarcire Sgm

Il 5 marzo del 2013, nel rione San Lazzaro, un ausiliario del traffico si accorse che il tagliando era contraffatto. Dal veicolo è stato possibile risalire al proprietario per il quale si è concluso il primo grado di giudizio. Sanzione di 250 euro e altri mille per danni all'azienda di trasporti

Foto di archivio.

LECCE – Era stato un ausiliario del traffico, il 5 marzo del 2013, ad accorgersi che il titolo di sosta esibito sul parabrezza di quell’autovettura, nel rione San Lazzaro, era palesemente contraffatto. La tonalità dei colori e i caratteri di stampa non lasciavano spazi a dubbi.

Così dalla targa del veicolo, con l’intervento degli agenti di polizia locale, si è risaliti al proprietario, che è stato poi querelato da Sgm, l’azienda partecipata dal Comune di Lecce che si occupa di trasporti e parcheggi.

Nei giorni scorsi si è chiuso il primo grado di giudizio, nel quale la società si è costituita parte civile, e il cittadino è stato condannato per truffa a dieci mesi di reclusione (pena sospesa), una multa di 250 euro e un risarcimento di mille euro nei confronti di Sgm.

Quello del marzo del 2013 non fu un caso isolato, bensì il terzo in pochi giorni. Altri ancora sono stati scoperti successivamente e il fenomeno, come confermano le parole dal presidente dell’azienda, Mino Frasca, non è certo debellato.

“Il fenomeno della contraffazione dei titoli di sosta purtroppo esiste e i ripetuti episodi degli ultimi tempi ci hanno portato a una severa opera di controllo e contrasto di questi tentativi di truffa. Come più volte ho ribadito in passato, non si tratta tanto di un danno a Sgm, quanto di un sopruso nei confronti di tutti gli automobilisti che pagano regolarmente la sosta. Ho chiesto agli ausiliari una sensibilità e un’attenzione particolari nella osservazione e nella verifica dei ticket esposti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ticket per la sosta era falso: condannato, multato e obbligato a risarcire Sgm

LeccePrima è in caricamento