“Sono in tutto 300 euro per l’allaccio all’impianto gas”: ennesima anziana truffata

Una 89enne leccese è stata raggirata da un finto addetto della società "Enel". Le ha spillato i soldi per poi sparire

La zona di Piazza Ariosto (Foto di repertorio)

LECCE – La vittima di una truffa in città è, ancora una volta, una anziana. La polizia, nelle ultime ore, si è recata presso l’abitazione di una donna di 89 anni, in piazza Ludovico Ariosto. La malcapitata ha riferito di essersi ritrovata davanti al portone di casa un uomo alto, robusto, vestito di scuro il quale, dopo averle prospettato un allaccio alla rete Enel gas, le ha chiesto il pagamento di 300 euro: la donna avrebbe potuto pagare quella somma direttamente a lui.

La vittima, convinta della genuinità della richiesta, anche perché il presunto operatore, in sua presenza, aveva effettuato una telefonata ad una terza persona alla quale, confermato l’avvenuto pagamento da parte della nuova utente, riferiva che si poteva procedere subito con l’allaccio alla rete.

Soltanto in un secondo momento si sono fatti strada i dubbi: dopo aver ricevuto il denaro, infatti, il finto addetto si è allontanato rapidamente, senza rilasciare alcuna ricevuta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento