Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Truffe finanziarie: ecco i progetti per riconoscerle e imparare a difendersi

Anziani, ma anche giovani: tutti devono avere una cultura adeguata. E il comitato riunito in Prefettura lancia idee

LECCE – Anziani, ma non solo. Anche i ragazzi devono essere bene informati. Perché se le truffe riguardano il più delle volte proprio le persone in età più avanzata, spesso sole e purtroppo più facili da abbindolare, è bene anche che fin da giovani si acquisisca una solida cultura per evitare in futuro i tanti tranelli di cui è disseminato il mondo finanziario.      

Oggi, in Prefettura, s’è dunque riunito il Comitato di coordinamento anti-truffe, con un obiettivo: individuare il materiale, le attività e le iniziative di formazione e informazione più efficaci da realizzare nei prossimi mesi per prevenire il fenomeno delle truffe, in particolare quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti sul territorio hanno una scarsa educazione finanziaria.

Il coordinamento è previsto dal protocollo nazionale sottoscritto da Abi (Associazione bancaria italiana) e ministero dell’Interno. E’ composto dai rappresentanti di Prefettura, Abi Puglia e forze dell’ordine, dell’Ufficio scolastico provinciale, di Legaconsumatori, Federconsumatori e Codacons. Un pool, dunque, che sta studiando i metodi più efficaci per prevenire odiosi fenomeni che rischiano a volte letteralmente di dissanguare i conti dei malcapitati di turno. I lavori di oggi sono stati presieduti dal capo di gabinetto della Prefettura, Beatrice Agata Mariano.

“Sul fronte della prevenzione – ha detto il segretario della commissione regionale Abi Puglia, Vincenzo Panzarino – molto è stato fatto da ostituzioni, banche e forze dell’ordine. Per questo è importante mettere a fattor comune gli strumenti, le esperienze e i progetti messi a punto nei diversi ambiti locali per prevenire le truffe finanziarie”. E questo, anche “fornendo ai cittadini e alle famiglie di Lecce un vero e proprio strumentario con tutti i numeri utili, le precauzioni, i suggerimenti e i piccoli accorgimenti da adottare nelle diverse circostanze”.

Il Comitato, dunque, ha concordato di definire un programma d’interventi rivolto sia agli adulti, sia ai ragazzi, per diffondere l’educazione finanziaria nelle scuole e, attraverso gli studenti, raggiungere le famiglie. Si fornirà sostegno, dunque, alla diffusione nella provincia di Lecce del progetto regionale di educazione finanziaria varato nel 2016 da Regione Puglia, Miuro-Ufficio scolastico regionale e Fondazione per l’educazione finanziaria-Feduf per la diffusione della conoscenza finanziaria ed economica nelle scuole.

Il materiale informativo per la prevenzione delle truffe finanziarie, messo a disposizione da istituzioni e associazioni che partecipano al Comitato, sarà pubblicato sul sito della Prefettura in una sezione elaborata ad hoc. Per quanto riguarda i messaggi rivolti direttamente agli anziani, sarà diffuso tramite realtà sociali e aggregative, quali parrocchie, associazioni e altri luoghi di aggregazione. E tra le iniziative dei prossimi mesi, anche un vademecum rivolto agli anziani e un concorso di idee per gli studenti degli istituti superiori. Intanto, si può scaricare da qui sotto, in formato Pdf, una piccola “guida antitruffa” con alcuni consigli utili quando ci si reca in banca, si usano i servizi via web, si usano carte per i pagamenti, si investono i risparmi, e via dicendo.   

Scarica qui: Guida antitruffa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe finanziarie: ecco i progetti per riconoscerle e imparare a difendersi

LeccePrima è in caricamento